Dopo la riunione provinciale del centrodestra, svoltasi martedì sera nella sede di Fratelli d'Italia, ognuno è rimasto sulle sue posizioni. Partiamo dalla composizione delle delegazioni. Per FdI c'erano il deputato Paolo Pulciani e i sindaci Roberto Caligiore (Ceccano) e Lucio Fiordalisio (Patrica). Per la Lega presenti il deputato e coordinatore provinciale Nicola Ottaviani, Roberto Adesse e Alessio Ranaldi. Per Forza Italia i tre subcommissari Adriano Piacentini, Rossella Chiusaroli e Daniele Natalia.

Per Fratelli d'Italia l'endorsement di Riccardo Mastrangeli alla Lega nell'immediata vigilia delle politiche ha fatto venir meno il profilo civico del sindaco di Frosinone e questo comporta l'impossibilità per il partito di Giorgia Meloni di accettare che anche la candidatura alla presidenza della Provincia vada in quota Carroccio. Inoltre per Fratelli d'Italia sarebbe preferibile "aprire" ai piccoli Comuni e a sindaci come Giuseppe Sacco (Roccasecca), per allargare il campo del consenso. Diametralmente opposta la visione della Lega.

Per il partito di Matteo Salvini si tratta di una competizione con una campagna elettorale concentrata in pochi giorni e alle urne si va con il voto ponderato. Ragione per la quale schierare il sindaco del capoluogo è la soluzione migliore. Nicola Ottaviani ha proposto di parametrare la candidatura sulle firme raccolte e sul voto potenziale in partenza. Dicendosi disposto anche ad azzerare le firme raccolte finora per riaggiornarsi dopo 48 ore. Una sorta di primarie a tempo di record. Roberto Caligiore ha alzato il muro, sottolineando che il tema del contendere è politico. Nulla di fatto.

Un capitolo a parte merita Forza Italia. Rossella Chiusaroli ha detto chiaramente di voler convergere sull'opzione di Giuseppe Sacco. Adriano Piacentini ha fatto notare che nel partito mai si era discusso di una simile ipotesi. Piacentini (che è apparso molto in sintonia con Ottaviani) ha spiegato che sostiene la soluzione di Riccardo Mastrangeli, pur non avendo veti nei confronti di Giuseppe Sacco. È apparsa evidente la diversità di posizioni in Forza Italia, tra Piacentini e Chiusaroli. Inoltre l'assessore comunale di Frosinone appare già proiettato alle prossime regionali.