C'era anche l'ex sindaco del capoluogo Nicola Ottaviani, oggi candidato alla Camera per il centrodestra nel collegio uninominale di Cassino-Terracina, al raduno della Lega a Pontida, il luogo simbolo in cui tutto ha avuto inizio.
Nell'occasione sono stati sottoscritti i sei impegni del partito guidato da Salvini: stop al caro bollette, riforma dell'autonomia, flat tax e pace fiscale, Quota 41 per le pensioni, decreti Sicurezza e una giustizia giusta.

«Lavoro vero per i giovani, riforma di tasse e pensioni, sostegni a imprese e famiglie per contrastare il caro bollette, equità fiscale, sburocratizzazione e semplificazione amministrativa – ha sottolineato Nicola Ottavinai – Su questi temi verte il programma del centrodestra, ed è su questi temi che i cittadini sono chiamati a decidere, il 25 settembre prossimo. A Pontida, con Matteo Salvini, abbiamo toccato con mano l'entusiasmo, la partecipazione, l'impegno di tanti candidati, simpatizzanti e militanti della Lega provenienti dal Sud e dal Nord, con tutta l'Italia rappresentata – ha concluso l'ex primo cittadino. Il 25 settembre è il presente ed è adesso. Ora o mai più, possiamo far sentire la voce delle famiglie, dei giovani, delle imprese, mettendo in campo quelle azioni e provvedimenti in grado di rispondere alle vere esigenze delle persone. Questa volta scegliamo l'Italia, scegliendo quei rappresentanti delle istituzioni che hanno a cuore i temi con cui favorire lo sviluppo economico, sociale e culturale dell'intero Paese».