Come finiranno le elezioni politiche del 25 settembre? Una domanda alla quale ha provato a dare una risposta BiDiMedia che sta proponendo, in queste ore, una simulazione dell'esito del voto.
Per la Camera dei Deputati è stato elaborato un modello che simula l'esito del voto sulla base dei sondaggi delle ultime due settimane. Il modello considera anche le precedenti elezioni politiche del 2018 e 2013 e altri dati statistici per proiettare il risultato nazionale in ogni singolo collegio uninominale e determinare chi ha più probabilità di vincere. L'esito delle elezioni è simulato 10.000 volte con un approccio di Monte Carlo che premette di calcolare con quale probabilità ogni coalizione ottenere la maggioranza assoluta o relativa della Camera dei Deputati.

La metodologia è, quindi, diversa da altre simulazioni realizzate da BiDiMedia dato che si basa solamente sulle precedenti elezioni politiche (escludendo le europee) e parte da una media ponderata dei sondaggi invece che dal più recente sondaggio di BiDiMedia. Inoltre, utilizzando solamente sondaggi nazionali, il modello non può simulare la forza di candidati o movimenti locali molto radicati.

Premesso ciò, il centrodestra otterrebbe 254 seggi, il centrosinistra 88, il Movimento 5 Stelle 30, Azione - Italia Viva 16 e 3 Svp. Dalla simulazione sono esclusi i 9 deputati eletti all'estero e in Valle d'Aosta.
Il modello simula anche l'esito del voto nei singoli collegi. Passando in rassegna quelli del basso Lazio, in quello di Frosinone il centrodestra riuscirebbe ad intercettare il 51,6% dei consensi contro il 24,5% del centrosinistra, il 13,6% del Movimento 5 Stelle, il 5,7% di Azione - Italia Viva, il 2,1% di ItalExit e il 2,5% di altre formazioni o aggregazioni politiche. Ancora più alto il margine di vantaggio del centrodestra nel collegio Terracina - Cassino dove andrebbe ad intercettare il 54% dei voti; il centrosinistra si fermerebbe al 22,3%, il Movimento 5 Stelle al 13,3%, Azione - Italia Viva al 6,1%, ItalExit all'1,9% e altre formazioni o aggregazioni politiche al 2,1%.

Il collegio Terracina - Cassino, poi, nel quale il centrodestra schiera il due volte sindaco di Frosinone e coordinatore provinciale della Lega, Nicola Ottaviani, secondo uno studio di YouTrend riportato dal quotidiano "la Repubblica", è considerato tra i tre più blindati in Italia assieme a quelli di Castelfranco Veneto e di Villafranca di Verona, mentre per il centrosinistra sono annoverati quelli di Bologna, Firenze e Scandicci, ritenuti veri e propri feudi.
Gli ultimi sondaggi dicono, infine, che Fratelli d'Italia è ancora in testa tra i partiti seguito da Partito democratico, Lega, Movimento 5 Stelle, Forza Italia, Azione - Italia Viva, Verdi - Sinistra Italiana, ItalExit e a chiudere gli altri che non superano la soglia del 3%.