Sono ore febbrili quelle che stanno trascorrendo in questi giorni per la definizione delle candidature in Parlamento. Al momento l'unico partito ad aver terminato il lavoro è il Pd che schiera quattro ciociari: il consigliere comunale di Frosinone Andrea Turriziani (eletto nella lista civica dell'ex sindaco del capoluogo Michele Marini) concorre nel collegio uninominale della Camera Lazio 2 (Frosinone - Sora) e potrebbe vedersela con il senatore uscente di Fratelli d'Italia, Massimo Ruspandini; il sindaco di Sant'Ambrogio sul Garigliano, Sergio Messore, spinto dai primi cittadini del Cassinate che avevano chiesto al partito di esprimere un nome del territorio, si presenta nel collegio uninominale Senato sud (che comprende le province di Frosinone e Latina). Se la dovrà vedere con il senatore Claudio Fazzone, coordinatore regionale di Forza Italia; Francesco De Angelis, presidente del Consorzio industriale unico del Lazio, è stato inserito nel collegio 3 plurinominale della Circoscrizione Lazio 1 della Camera dietro a Claudio Mancini e a Caterina Cerroni; Stefania Martini è, invece, in posizione due nel collegio plurinominale della Camera di Frosinone e Latina dietro a Matteo Orfini.

Nel centrodestra ormai si è vicini alla definizione del quadro che dovrebbe portare quasi in toto a una conferma delle indiscrezioni circolate in queste ore. Si infoltisce, intanto, la pattuglia degli aspiranti ciociari al Parlamento: Maurizio Federico, già assessore regionale all'agricoltura dal 1995 al 2000 nella giunta Badaloni, storico esponente del Partito Comunista Italiano in provincia, sarà capolista del Pci nel proporzionale al Senato Lazio 2, collegio che comprende le province laziali tra cui, ovviamente, anche Frosinone e Latina. Tra i Cinque Stelle verso la riconferma anche la frusinate Ilaria Fontana, sottosegratario al Mite nell'ultima legislatura.