Massimo Calicchia segretario provinciale del Partito Socialista Italiano. È stato eletto ieri nel corso del congresso che si è svolto presso la sede della federazione a Frosinone, in via Cesare Terranova. Alle recenti elezioni comunali di Frosinone Calicchia ha raccolto ben 325 voti: un risultato importante, anche se la lista non ha eletto un altro consigliere comunale oltre al candidato sindaco Vincenzo Iacovissi. Ma è evidente che il segretario regionale e leader del partito Gianfranco Schietroma ha tenuto in considerazione anche quel risultato. Massimo

Calicchia nel Partito Socialista c'è da sempre. Raccoglie il testimone da Francesca Ciotoli, che ricoprirà il ruolo di presidente provinciale del partito. Mentre Danilo Iafrate sarà il presidente onorario del Psi in Ciociaria. Poi ci sono i due vicesegretari: Sebastiano Funari e Carlo Cerrito. Il congresso provinciale del Psi si è tenuto in un momento particolarmente importante. Alla recente tornata amministrativa c'è stata l'elezione del sindaco di Pofi Angelo Mattoccia. Mentre a Frosinone Vincenzo Iacovissi, vicesegretario nazionale del Psi, ha sfiorato il 6% come candidato sindaco e rappresenterà i Socialisti in aula come consigliere comunale.

Nel capoluogo il Psi ha scelto una strada diversa rispetto a quella del centrosinistra del Campo Largo, marcando una distanza politica non indifferente nei confronti del Partito Democratico. Sia Gianfranco Schietroma che Vincenzo Iacovissi hanno sottolineato in ogni occasione di voler intraprendere la strada di un Nuovo Centrosinistra. La frattura con il Pd non appare ricomponibile.