Terminata la lunga campagna elettorale che ha portato alla vittoria del sindaco Riccardo Mastrangeli. Una campagna elettorale sicuramente dai toni accesi e che ha visto il Partito Socialista portare a casa un risultato significativo, ottenendo quasi il 6 % delle preferenze. Un obiettivo politico raggiunto a fianco di Vincenzo Iacovissi.
Entro il mese di luglio dovrebbe insediarsi la nuova giunta comunale e aprire la stagione dei lavori. Jacopo Nannini segretario federale dei Giovani Socialisti Frosinone, scrive una lettera al neo sindaco Riccardo Mastrangeli.

Sostiene Nannini: «Al termine di questa campagna elettorale, che ci ha visti protagonisti di un ottimo risultato politico a fianco di Vincenzo Iacovissi, candidatura alternativa e innovativa, siamo comunque in minoranza nell'assise comunale. La campagna elettorale che abbiamo condotto, connotata da una correttezza ovunque riconosciuta e un esclusivo interesse ai punti programmatici per il futuro della città, ci impone di formulare delle necessarie considerazioni da presentare al nuovo sindaco».

Quindi un appello a Mastrangeli con la richiesta di introdurre fra le deleghe assessorili, ripartite tra i futuri membri della giunta, anche quella ai "beni comuni e terzo settore". «Riteniamo necessario - continua Nannini - al netto del fatto che saremo politicamente all'opposizione in questa consiliatura, che ci sia un membro della giunta comunale con l'incarico di promuovere e coordinare la tutela dei beni comuni della città, fino ad oggi poco considerati. Questa carica assessorile avrebbe il compito di incentivare la gestione di spazi della città da parte di associazioni e realtà civiche (con una specifica consulta delle associazioni), al fine di promuovere quel principio costituzionale di sussidiarietà orizzontale. Una forma di coordinamento forte e innovativa - conclude Nannini - volta a promuovere la diretta gestione del patrimonio cittadino ambientale e urbanistico, che costituirebbe una grande promozione del concetto di "bene comune"».