Piccoli scostamenti dopo le verifiche della Sezione Centrale. Nel primo pomeriggio di ieri il Comune ha pubblicato i dati estrapolati dal verbale della stessa Sezione Centrale, che in questi giorni ha proceduto alle verifiche dei dati elettorali del primo turno.

I candidati a sindaco
Riccardo Mastrangeli (centrodestra) ha ottenuto 11.848 voti, pari al 49,25%: 8 in meno rispetto a quelliconteggiati al14 giugno.Per Domenico Marzi (centrosinistra) 9.415 preferenze, pari al 39,14%: 4 voti in meno. Poi Vincenzo Iacovissi (Psi): 1.421 voti, il 5,91%. Per lui 2 voti in più. Mauro Vicano (Azione più due liste civiche) ha messoinfila1.097 voti(1inmeno), attestandosi al 4,56%.Quindi Giuseppe Cosimato (lista civica): 274 voti (2 in meno), l'1,14%.

Le liste
Per la coalizione di centrodestra 11.360 voti (16 in meno): la Lista Ottaviani ne ha guadagnati 16, Fratelli d'Italia ne conta 50 in meno. Poi 31 in meno per la Lista Mastrangeli, 10 in più per la Lista per Frosinone, 18 in più per Forza Italia, 12 in più per la Lega, 9 in più per Frosinone Capoluogo. Per Mastrangeli 488 voti in più rispetto alle liste.La coalizionedi centrosinistra ha preso 9.447 voti: 32 in più. Nel dettaglio: 1 in meno per il Pd, 4 in più per la civica di Marzi, 20 in più per il Polo Civico, 10 in più per la Lista Marini, 1 in meno per Frosinone in Comune. Invariati Piattaforma Civica e Cinque Stelle. Per Marzi 32 voti in meno rispetto alle liste. Nessuna variazione per Psi, Vicano Sindaco, Azione, Udc-Autonomi-Partite Iva. Mentre la civica di Giuseppe Cosimato di voti ne ha presi 227 (31 in più).

Le possibili opzioni
Dopo l'esito del ballottaggio su queste cifre si procederà all'attribuzione dei seggi in consiglio comunale. E quindi agli schieramenti in aula. Il primo scenario che sembra emergere è quello che, nel caso di vittoria di Mastrangeli, nelle file delle opposizioni il Polo Civico otterrebbe due seggi. A discapito di Frosinone in Comune di Stefano Pizzutelli. Sul versante delle preferenze dei singoli candidati al consiglio comunale nessun cambiamento significativo. Veniamo alle ipotesi della composizione dell'aula, ricordando che sono soltanto indicative e quindi suscettibili di variazione allorquando si procederà alle determinazioni ufficiali.

Se vince Mastrangeli. Nel caso fosse il candidato sindaco del centrodestra a vincere il ballottaggio, ecco la possibile composizione della maggioranza: 5 seggi alla Lista Ottaviani (Valentina Sementilli, Massimiliano Tagliaferri, Angelo Retrosi, Christian Alviani, Teresa Petricca), 4 a Fratelli d'Italia (Sergio Crescenzi, Alessia Turriziani, Alessia Savo, Franco Carfagna), 3 per la Lista Mastrangeli (Anselmo Pizzutelli, Maria Antonietta Mirabella, Francesco Pallone), 3 per la Lista per Frosinone (Francesca Chiappini, Sergio Verrelli, Corrado Renzi), 2 per Forza Italia(Adriano Piacentini, Cinzia Fabrizi), 2 per la Lega (Giovanni Bortone, Rossella Testa),1 per Frosinone Capoluogo (Pasquale Cirillo). Più il sindaco Riccardo Mastrangeli, che è anche consigliere comunale. Quindi i 12 seggi assegnati alle opposizioni. Intanto Domenico Marzi. Quindi 3 al Pd (Angelo Pizzutelli, Fabrizio Cristofari, Norberto Venturi), 3 alla Lista Marzi (Carlo Gagliardi, Alessandra Mandarelli, Armando Papetti), 2 al Polo Civico (Claudio Caparrelli, Francesca Campagiorni), 1allaLista Marini (Andrea Turriziani). Questo per quanto riguarda il centrosinistra del Campo Largo. Gli altri 2 seggi scatterebbero per i candidati a sindaco Vincenzo Iacovissi (Psi) e Mauro Vicano (Azione più due liste civiche).

Se vince Marzi. Nel caso invece a prevalere al ballottaggio fosse il candidato sindaco del centrosinistra, questa la probabile composizione del consiglio comunale. Per il Pd 7 seggi (Angelo Pizzutelli, Fabrizio Cristofari, Norberto Venturi, Maria Rosaria Boschieri, Imane Jalmous, Maria Minotti, Germana Grande), 6 per la Lista Marzi (Carlo Gagliardi, Alessandra Mandarelli, Armando Papetti, Diego Ferrante, Andrea Ranalli, Vittorio Vitali), 3 per il Polo Civico (Claudio Caparrelli, Francesca Campagiorni, Debora Patrizi), 2 per la Lista Marini (Andrea Turriziani, Maria Grazia Baldanzi), 1 per Frosinone in Comune (Stefano Pizzutelli), 1 per Piattaforma Civica (Giuseppe Patrizi). Più naturalmente Domenico Marzi. Mentre, per i 12 seggi delle opposizioni, il quadro potrebbe essere il seguente: Riccardo Mastrangeli, 2 seggi alla Lista Ottaviani (Valentina Sementilli, MassimilianoTagliaferri), 2aFratelli d'Italia (Sergio Crescenzi, Alessia Turriziani), 2 alla Lista Mastrangeli (Anselmo Pizzutelli, Maria Antonietta Mirabella), 2 alla Lista per Frosinone (Francesca Chiappini, Sergio Verrelli), 1 a Forza Italia (Adriano Piacentini), 1 alla Lega (Giovanni Bortone). Questo per quanto riguarda il centrodestra. Quindi Vincenzo Iacovissi (Psi). Si tratta, lo ripetiamo, di ipotesi. Alla fine sarà determinante il meccanismo dei "resti". Intanto il conto alla rovescia per il ballottaggio è scattato: mancano tre giorni. Il primo dato al quale tutti guarderanno è l'affluenza: al primo turno è stata del 66,84%: una flessione del 5,64% rispetto al 2017 (72,48%). Storicamente al secondo turno si abbassa. Bisognerà vedere fino a quale percentuale. Sarà un termometro.