Ilaria Fontana, sottosegretaria di Stato alla transizione ecologica del Movimento Cinque Stelle, protagonista della quinta sessione del comitato di coordinamento dei ministri Italia-Croazia. L'incontro bilaterale tenutosi tra la sottosegretaria Ilaria Fontana e il segretario di Stato del Ministero dell'economia e sviluppo sostenibile croato, Ivo Milatic, ha previsto 5 punti relativi all'energia e 3 riguardanti l'ambiente. Ilaria Fontana ha introdotto i quattro temi relativi all'energia proposti dall'Italia, mentre la controparte croata quello sull'idrogeno.

Ha spiegato Ilaria Fontana: «Considerata la prossimità dei due Paesi e le sinergie che, di conseguenza, si possono sviluppare in campo energetico ed ambientale, anche nell'ambito dei nuovi scenari europei e internazionali, abbiamo concordato sull'opportunità che la cooperazione bilaterale debba proseguire con più enfasi sui temi al centro della dichiarazione congiunta con riferimento alla transizione energetica.

In particolare, sul tema della sicurezza della produzione di idrocarburi in mare, abbiamo concordato sull'opportunità di promuovere attività congiunte volte al mantenimento degli standard di sicurezza delle attività in mare e al monitoraggio degli impianti e delle infrastrutture offshore, ai fini della prevenzione e della risposta alle emergenze in caso di incidenti rilevanti.

Inoltre, allo scopo del raggiungimento degli obiettivi comuni di riduzione delle emissioni e di mitigazione degli impatti delle attività di esplorazione e produzione di idrocarburi a mare, abbiamo convenuto di collaborare nell'armonizzazione delle rispettive normative in materia di dismissioni e riutilizzo delle infrastrutture amare al fine di poter avviare quanto prima progetti congiunti di riconversione per lo sviluppo di energie alternative. Sempre in tema di energia, abbiamo concordato di individuare, attraverso un gruppo di lavoro tecnico, alcune migliori pratiche per eventuali future attività di esplorazione o sfruttamento in zone a cavallo della linea delle rispettive Zone Economiche Esclusive».