In corsia le file per la tac, nei reparti strumenti all'avanguardia inutilizzati per carenza di personale. Il tour negli ospedali di Cassino e di Frosinone ha rilevato criticità e problemi a cui ogni giorno i pazienti devono far fronte. Ieri Gabriele Picano, dell'esecutivo regionale di Fratelli d'Italia, insieme ai consiglieri regionali Chiara Colosimo e Giancarlo Righini ha visitato gli ospedali per avanzare proposte in materia sanitaria durante il convegno all'hotel Memmina.

Ha spiegato Picano: «L'ospedale di Cassino "confina" con le regioni Abruzzo, Molise e Campania e dunque viene scelto da molti pazienti. Servirebbe più personale. L'ospedale di Frosinone è ormai un centro di riferimento e avrebbe bisogno di una dotazione organica all'altezza». Al convegno hanno partecipato i consiglieri regionali di FdI Giancarlo Righini e Chiara Colosimo, il consigliere provinciale Riccardo Ambrosetti e il senatore e segretario provinciale del partito Massimo Ruspandini.

Presente la dottoressa Pierpaola D'Alessandro, direttore generale della Asl, che ha rilevato: «Sono tante le cose ancora da fare, stiamo facendo un lungo percorso che richiede tanto duro lavoro». Nel periodo più critico legato alla pandemia è emersa la necessità di investire nelle strutture ospedaliere, soprattutto nel mantenere un numero adeguato di personale. Ha sottolineato Chiara Colosimo: «All'interno degli ospedali di Cassino e di Frosinone abbiamo potuto vedere le eccellenze di questa Asl, ma ci sono ancora tanti problemi, soprattutto quelli relativi al personale. Obiettivo primario è spingere il governo a fare nuove assunzioni».