"Il ruolo strategico del capoluogo per una provincia più competitiva". È questo il titolo del convegno che si terrà oggi pomeriggio alle 18 presso il Fornaci Village. Organizzato da Fratelli d'Italia: ad introdurre i lavori saranno il consigliere provinciale Daniele Maura e Fabio Tagliaferri, segretario del comitato di FdI della città di Frosinone. Dice Daniele Maura: «Appuntamenti importanti ci attendono, a partire dall'imminente rinnovo del consiglio comunale di Frosinone e di altri centri della Ciociaria, cui seguiranno le elezioni del presidente della Provincia e, nel prossimo anno, le consultazioni regionali e nazionali. Una sfida importante per Fratelli d'Italia, consapevole di poter recitare un ruolo di primo piano».

Fabio Tagliaferri argomenta: «Una sola parola d'ordine sta animando me e la folta squadra che comporrà la nostra lista: dare linfa nuova all'alleanza di centrodestra che si appresta a dare continuità al governo del capoluogo a sostegno di Riccardo Mastrangeli, catalizzando la più alta percentuale possibile del consenso popolare». Al convegno parteciperanno il vicecoordinatore regionale Antonio Abbate, il senatore Massimo Ruspandini, il coordinatore regionale Paolo Trancassini e Francesco Lollobrigida, capogruppo alla Camera dei deputati del partito di Giorgia Meloni.

Gianfranco Schietroma, coordinatore del Psi del Lazio, afferma: «Il 12 giugno potrebbe essere molto importante un fattore nuovo, rappresentato dagli oltre 10.000 abitanti di Frosinone che non si sono recati a votare alle ultime elezioni comunali del 2017. Si tratta di un numero enorme di cittadini che possono essere assolutamente decisivi per l'esito delle elezioni. È evidente che diventerà sindaco di Frosinone colui che avrà la credibilità per parlare a questi cittadini e la capacità di convincerli. Cosa non facile perché si tratta di persone deluse dalla politica.

Il punto è proprio questo: la politica deve interrogarsi sul serio sul perché un numero così importante di cittadini ha disertato le urne e tentare in ogni modo di suscitare il loro interesse. Frosinone ha bisogno di tutti per recuperare davvero il ruolo di capoluogo di provincia, dopo aver perso peso politico e quasi 5.000 abitanti negli ultimi 20 anni. Vincenzo Iacovissi, candidato sindaco del nuovo centrosinistra, è l'unica novità politica delle prossime elezioni comunali. Quindi, ai nastri di partenza, è il candidato con le migliori carte in regola per tentare di convincere i 10.000 abitanti di Frosinone che non hanno votato nel 2017.

Se Vincenzo, grazie alle sue idee innovative ed alla sua grande preparazione politica e amministrativa, sarà capace di convincere almeno una parte di questa enorme fetta di elettorato, andrà al ballottaggio con buone possibilità di diventare sindaco».