Una serata gradevole. E soprattutto un'ottima cucina, apprezzata da tutti. Ma sul piano politico nessun passo avanti. A questo punto l'obiettivo minimo è quello di salvaguardare l'unità del Pd in vista delle elezioni comunali di Frosinone. Intanto però i giorni passano.

La cena
Martedì sera cena a casa di Francesco De Angelis.
Presenti i due ex sindaci Domenico Marzi e Michele Marini, il presidente dell'ordine dei medici e consigliere comunale Fabrizio Cristofari, il segretario provinciale del Pd Luca Fantini, il consigliere comunale Norberto Venturi, gli esponenti del circolo cittadino dei Dem Francesco Brighindi, Giuseppe Sarracino e Luigi Sacchetti. Ai fornelli uno chef di eccezione: Federica Luzi, storica assistente di De Angelis. Accompagnata dal marito, il sindaco di Giuliano di Roma Adriano Lampazzi.

Menu da leccarsi i baffi. Antipasto: carciofi, salsicce e mozzarella di bufala. Poi cannelloni di Amaseno con carne di bufala. Quindi bufaletta con cicoria e broccoletti. Il tutto innaffiato da un vino rosso d'annata.
Si è proseguito con panettone di Dolcemascolo e crostata. Per finire un buon sigaro (passione di Fabrizio Cristofari), rum, amaro e cioccolato. Nel corso della serata non sono mancate le battute di Memmo Marzi e l'estro di Fabrizio Cristofari. Molte risate, tanti ricordi, ma anche uno sguardo al futuro. Intanto però un risultato evidente è stato raggiunto: tutti seduti attorno allo stesso tavolo. Non succedeva da molto tempo.
Un passo avanti. Indubbiamente.

La linea politica...CONTINUA...

DA NON PERDERE!

Tutti gli approfondimenti su questo argomento sono disponibili nell'edizione odierna, in edicola o nella versione digitale di Ciociaria Oggi.

EDICOLA DIGITALE: Approfitta dell'offerta, un mese a soli € 0.99