Silverio Ubodi è il nuovo sindaco di Torre Cajetani. Ubodi batte gli sfidanti Daniele Peloso, vicesindaco uscente e Anna Maria Tomassini De Marchis. 

"Nuova era insieme per cambiare", la lista del neo sindaco ha convinto gli elettori del comune ciociaro.

Tre i candidati a sindaco per il dopo Maria Letizia Elementi, che ha chiuso il suo decennio da primo cittadino passando il testimone al suo fedelissimo vicesindaco Daniele Peloso, candidato con "Progetto Comune". Oltre a Peloso in campo Silverio Ubodi ("Nuova Era Insieme per cambiare") e Anna Maria Tomassina De Marchis ("Orizzonte Comune").

Tre liste quindi per gli oltre 1.300 votanti con programmi elettorali che perseguono finalità diverse. Da una parte, infatti, si pensa a dare un seguito ai lavori messi in campo dall'amministrazione uscente e dall'altra c'è chi punta al cambiamento. «Credo nelle potenzialità di questa città - spiega De Marchis - Il nostro programma mira all'unità e alla condivisione, alla cultura e all'istruzione, alla qualità urbana e ambientale.
Alla centralità quindi delle persone e solo uniti si possono fare passi da gigante».

«Per oltre 40 anni ho lavorato come responsabile dei servizi del comune - spiega l'altro sfidante Ubodi -  e per 40 anni questo paese mi ha dato la possibilità di vivere. Oggi vederlo in questo stato mi fa piangere il cuore, da qui l'idea di candidarmi per rimettere a posto quello che per troppi anni non è stato fatto. «Ringrazio il sindaco uscente che mi ha dato questa opportunità - spiega il candidato Peloso - sono espressione dell'ex maggioranza in quanto ho ricoperto per 10 anni il ruolo di vicesindaco. Bisogna proseguire i tanti progetti in essere, abbiamo lavorato tanto e bene per cui Torre deve proseguire la strada tracciata dall'amministrazione targata Elementi».

di: Ennio Severa