Entra nel vivo la campagna elettorale nella quarta città della provincia di Frosinone. Domenica pomeriggio la sottocommissione elettorale circondariale, presso la sede comunale, ha provveduto al sorteggio, dei candidati alla carica di sindaco, assegnando ad ogni aspirante un numero progressivo.

E così si è passati all'estrazione che ha decretato il seguente ordine: n.1 Valeria Di Folco, n.2 Federico Altobelli, n.3 Luca Di Stefano, n.4 Eugenia Tersigni e n.5 Roberto De Donatis. A seguire anche l'estrazione delle liste che, in numero progressivo, sono state affiancate ai relativi candidati a sindaco.

Le liste sono state confermate: sono 19 ed i candidati alla carica di consigliere comunale sono ufficialmente 302, due però sono stati esclusi: "Klaudjo Thomo" della lista "Forza Italia" ineleggibile perché cittadino extracomunitario ed Elena Nica della lista "Patto Democratico" esclusa per carenze documentarie.

E mentre anche sui social la campagna elettorale prende piede in città si sono notate delle assenze.
L'aveva più volte detto, ed è stato di parola, anche se la politica l'affascina ed anche nella fase di pre campagna elettorale si è seduto in più tavoli. È l'ex sindaco Ernesto Tersigni che ha preferito non giocarsi la partita e restare alla finestra.

Stessa scelta fatta per il consigliere Augusto Vinciguerra, che nel 2016 si presentò, con tre liste a suo sostegno, alla carica di primo cittadino. Assenti anche l'ex candidato a sindaco per il centrodestra Giuseppe Ruggeri e l'imprenditore Alberto La Rocca.
Ha una lista che porta il suo nome, ma non è candidato.

È l'ex assessore Stefano Lucarelli che ha scelto di sostenere Luca Di Stefano, ma da dietro le quinte e quest'anno non in prima fila. Stessa scelta per il consigliere Fabrizio Pintori che ha espresso pieno sostegno, da fuori la casa comunale questa volta, alla candidata a sindaco per il M5s Valeria Di Folco.