«La raccolta delle firme per i 6 referendum sulla giustizia promossi dalla Lega sta procedendo con un successo straordinario nel capoluogo e per questo desidero ringraziare i cittadini di Frosinone che dal 2 luglio, quando abbiamo iniziato la campagna referendaria, si stanno fermando in massa ai nostri gazebo, nei fine settimana». A parlare è Danilo Magliocchetti, capogruppo della Lega al Comune di Frosinone.

In questa fase politica i referendum rappresentano la priorità per il Carroccio. E ne sono consapevoli tutti.
Rileva Magliocchetti: «Questa partecipazione così numerosa è sintomatica del desiderio dei cittadini di Frosinone di contribuire alla riforma in meglio della giustizia, una riforma attesa da 30 anni, peraltro richiesta anche dall'Europa, per poter accedere ai fondi del Recovery Plan».

Quindi prosegue: «È importante sottolineare come le persone che vengono ai nostri gazebo per firmare, sono già ben informate sui 6 quesiti referendari, segnale di una grande attenzione su un tema fondamentale come quello di una giustizia giusta in Italia. Ogni firma è un contributo importante per raggiungere il traguardo delle 500.000 e costituisce un passo in avanti di civiltà.
Il fatto poi che martedì venga a Frosinone, per promuovere i referendum, il nostro leader nazionale Matteo Salvini, testimonia inequivocabilmente l'importanza di questo territorio nelle dinamiche di partito ed il lavoro straordinario che tutti gli esponenti della Lega, dai militanti agli eletti, stanno svolgendo da tempo a Frosinone ed in provincia, per i referendum e per la crescita del partito».

Continua Magliocchetti: «La Lega è presente ed è forte in provincia di Frosinone ed è pronta a raccogliere tutte le sfide future ed a recitare un ruolo da protagonista».
Il leader della Lega Matteo Salvini sarà a Frosinone domani, martedì 20 luglio, per la promozione dei referendum sulla Giustizia, «oltre che per incontrare iscritti, simpatizzanti e cittadini con i quali confrontarsi sulle grandi tematiche che, in questo momento, interessano il Paese».

Il coordinamento provinciale del Carroccio ha voluto sottolineare che «l'incontro, aperto al pubblico, si terrà martedì 20 luglio, alle ore 15, in viale Roma, sulla piazza attigua al Monte dei Paschi di Siena». Sul tema dei referendum Matteo Salvini ha più volte sottolineato: «C'è una voglia di giustizia giusta eccezionale, in undici giorni più di 200.000 italiani hanno già firmato nei gazebo e nei Comuni per aiutare il governo Draghi a correre sulle riforme e per fare quello che la politica non ha fatto in 30 anni».

E ancora: «La riforma della giustizia approvata in Consiglio dei ministri è un primo passo, va bene. Noi siamo al governo con Draghi per riformare, rivoluzionare e ammodernare questo Paese. Ma la vera e sostanziale, definitiva e importante riforma della giustizia la fanno gli italiani firmando nelle piazze e nei Comuni. Dopo 30 anni di chiacchiere, di mancate riforme, questi referendum saranno un aiuto a Draghi per correre nel suo processo riformatore e la garanzia che se qualcuno si metterà di traverso in Parlamento, e penso ai 5 Stelle, saranno gli italiani con la firma e col voto per il referendum a dare veramente tempi certi e certezza della pena e giustizia giusta». Evidente come la Lega stia puntando molto sui referendum.