Il sindaco Anselmo Rotondo ha ritirato pochi minuti fa tutte le deleghe agli assessori e ai consiglieri di Pontecorvo. Una decisione arrivata come un fulmine a ciel sereno che il primo cittadino ha assunto con un apposito decreto. Nell'atto firmato poco fa il primo cittadino ha chiarito che "in seno alla maggioranza consiliare si ritiene opportuno espletare una verifica politica con una riconsiderazione complessiva degli assetti di governo, per il conseguimento degli obiettivi di mandato.

Tale verifica è dettata oltre che da valutazioni politiche anche a garanzia della coesione e dell'unitarietà dell'azione di governo con il preciso obiettivo di perseguire con piena efficienza il programma politico e di dare maggiore impulso all'azione politico-amministrativa nell'esclusivo interesse pubblico, a favore della cittadinanza e nel rispetto del buon andamento e dell'imparzialità della pubblica amministrazione".

Da qui la decisione di "revocare le deleghe sindacali conferite a tutti gli assessori in ragione della stessa carica istituzionale e degli incarichi di collaborazione conferiti ai consiglieri".