Il centrodestra chiude la partita del candidato a sindaco di Alatri e dà il via libera, così come emerso dalle riunioni dei vertici locali, alla candidatura di Maurizio Cianfrocca. Un passaggio fondamentale e anche politico per questa indicazione giunta anche dai vertici provinciali.

Infatti come annunciato si è svolto lunedì dalle 19 l'incontro tra i segretari e coordinatori provinciali di Forza Italia (Daniele Natalia), Lega (Nicola Ottaviani) e Fratelli d'Italia (Massimo Ruspandini) proprio come richiesto per chiudere questa partita. Tra i punti all'ordine del giorno anche il caso Alatri sul fronte candidatura a sindaco. I responsabili provinciali dei partiti del centro-destra hanno preso atto della volontà dei rispettivi tre partiti a livello locale.

E così si è chiuso il discorso della candidatura a sindaco di Maurizio Cianfrocca che sarà sostenuto dall'intero centrodestra più alcune liste civiche. Ora nei prossimi giorni ci sarà la presentazione ufficiale del candidato e già in questi giorni i partiti e le civiche si incontreranno per gettare le basi del programma elettorale.

Restando sul fronte delle candidature a sindaco, dopo quella annunciata da un anno da parte di Luciano Maggi per "Lazio Unica, ora l'attenzione si sposta sulle altre coalizioni in campo. Chi vive un momento di forte fibrillazione è il Polo civico dopo che la lista Programma Alatri ha indicato come miglior candidato di questa area l'ex sindaco Patrizio Cittadini. Una indicazione che si scontra con le volontà delle altre liste della coalizione che hanno indicato da settimane Enrico Pavia. E cioè "Noi per Alatri","Alatri in Comune" e "Prospettiva Futura". Ad oggi nessuna reazione ufficiale all'uscita pubblica di Programma Alatri da parte di questi ultimi esponenti, ma di certo la pentola "bolle".

Due le strade o si trova l'accordo o strade separate.
Intanto il centrosinistra, confidando nel voto a settembre, non ha fretta di decidere ma tra i motivi c'è anche qualche scoglio da superare. E non da poco.
Insomma se il voto si allontana il clima è già incandescente.