Mediamente molto presenti in aula. E quando non lo sono è perché si trovano in "missione". I parlamentari eletti in provincia di Frosinone partecipano ai lavori di Camera e Senato e soprattutto alle votazioni elettroniche. È quanto emerge dal monitoraggio che effettua Openpolis, nella specifica sezione dedicata proprio a Openparlamento.

Per quanto riguarda il Senato della Repubblica, è il Lazio il territorio di riferimento su base circoscrizionale.
Bisogna premettere che i regolamenti non prevedono la registrazione del motivo dell'assenza al voto del parlamentare. Come rileva Openpolis «non si può distinguere, pertanto, l'assenza ingiustificata da quella, ad esempio, per ragioni di salute».

E ancora: «Il Senato, a differenza della Camera, contempla anche il caso del "presente non votante", ovvero dei senatori presenti che non partecipano alla votazione. In questo caso Openpolis da agosto 2018 considera quindi il senatore presente.

Per quanto riguarda Palazzo Madama, i dati sono aggiornati al 19 gennaio scorso. Massimo Ruspandini, senatore di Fratelli d'Italia, è stato eletto nel collegio uninominale del Senato della provincia di Frosinone, come candidato di tutto il centrodestra. È stato presente in 6.023 votazioni elettroniche su 6.259. Vale a dire il 96,23%. Le assenze in sede di votazione elettronica sono state 203 (3,24%). Mentre in 33 occasioni (0,53%) era in missione. In questa legislatura Massimo Ruspandini è stato cofirmatario di 78 disegni di legge.
Soltanto in 67 votazioni elettroniche (1,11% del totale) ha votato diversamente dal proprio gruppo parlamentare. Si tratta di quelli che Openpolis definisce i cosiddetti "voti ribelli". Si è espresso contro la fiducia al Governo Conte.

Gianfranco Rufa, senatore della Lega (eletto nel collegio proporzionale di Viterbo), ha partecipato a 5.987 votazioni elettroniche su 6.259. Il 95,65%.
Assente soltanto in 6 occasioni (0,10%). Mentre 266 volte (4,25%) era in missione. Primo firmatario di 16 disegni di legge e cofirmatario di altri 186. Soltanto 8 volte (0,13%) ha votato diversamente dal proprio gruppo. Siamo sempre nell'ambito dei "voti ribelli". Ha votato contro la fiducia al Governo Conte. In tutta la circoscrizione del Lazio si segnala il 91,26% delle presenze alle votazioni elettroniche (5.712 su 6.259) del senatore Bruno Astorre, segretario regionale del Pd.

Passiamo ora alla Camera. In questo caso i dati sono aggiornati al 18 gennaio scorso. Francesco Zicchieri, deputato della Lega, il 4 marzo 2018 è stato eletto nel collegio maggioritario della Camera, quello di Frosinone. È risultato presente a 5.381delle 7.421 votazioni elettroniche, il 73,36%. Assente in 1.744 occasioni (23,50%), in missione 296 volte (3,99%).
Cofirmatario di 99 disegni di legge. Soltanto 2 volte (0,04%) ha votato diversamente dal proprio gruppo parlamentare. Il 18 gennaio scorso si è espresso "contro" la fiducia al Governo guidato dal premier Giuseppe Conte.

Claudio Durigon, coordinatore regionale del Carroccio, venne eletto nel collegio proporzionale Frosinone-Latina. Nella prima parte della legislatura è stato sottosegretario al ministero del lavoro. Nel partito e nel gruppo ha un ruolo che lo porta spesso in missione.
È stato presente in 2.192 delle 7.421 votazioni elettroniche della legislatura. Il 29,54%. In 3.649 occasioni è risultato in missione. Una percentuale del 49,17%. Assente in fase di votazione elettronica 1.580 volte, il 21,29%. Primo firmatario di un disegno di legge e cofirmatario di altri 79 atti di questo tipo. Soltanto 11 volte (0,50% del totale) ha votato diversamente dal proprio gruppo parlamentare. Si tratta sempre di quelli che vengono definiti i "voti ribelli". Naturalmente si è espresso contro la fiducia al Governo di Giuseppe Conte.

Francesca Gerardi (Lega) è stata eletta nel collegio proporzionale Frosinone-Latina. Presente in 6.340 delle 7.421 votazioni elettroniche. Il 73,63%. Risultata assente in 1.081 occasioni, il 14,57%. Mai in missione.
Prima firmataria di un disegno di legge e cofirmataria di altri 69. Soltanto 7 volte (0,11% del totale) ha votato diversamente dal proprio gruppo parlamentare. Si è espressa contro la fiducia all'esecutivo del premier Conte.

L'onorevole Ilaria Fontana (Movimento Cinque Stelle) è stata eletta nel collegio maggioritario della Camera di Cassino. È stata presente in 6.917 votazioni elettroniche su un totale di 7.421. Una percentuale del 93,21%. È risultata assente in 504 occasioni, il 6,79%.
Mai in missione. Primo firmatario di 2 disegni di legge e cofirmatario di altri 27. Soltanto una volta (0,01%) ha votato diversamente dal proprio gruppo parlamentare. Il 18 gennaio scorso si è espressa a favore della fiducia al Governo Conte.

Luca Frusone (Movimento Cinque Stelle) è stato eletto nel collegio proporzionale di Frosinone-Latina. È al suo secondo mandato parlamentare. Presente in 3.133 votazioni elettroniche su 7.421. Vale a dire il 42,22%.
Assente in 604 occasioni (8,14%). Mentre è risultato in missione 3.684 volte, il 49,64%. Primo firmatario di un disegno di legge e cofirmatario di altri 22. Ha votato 4 volte (0,13% del totale) diversamente dal proprio gruppo parlamentare. Voto favorevole alla fiducia al Governo Conte il 18 gennaio scorso.

Anche Enrica Segneri (Movimento Cinque Stelle) è stata eletta nel collegio proporzionale Frosinone-Latina.
Presente in 6.534 delle 7.421 votazioni elettroniche.
Il 73,65%. Le assenze in fase di votazione elettronica sono state 887 (11,95%). Mai in missione. Primo firmatario di un disegno di legge e cofirmatario di altri 42. Soltanto in 9 occasioni (0,14% sul totale) ha votato diversamente dal proprio gruppo parlamentare. Ha votato in maniera favorevole alla fiducia al Governo Conte. La circoscrizione di riferimento alla Camera è quella del Lazio 2. Alessandro Battilocchio (Forza Italia) ha una percentuale di presenza in fase di votazione elettronica del 99,69% (7.398 volte su 7.421).

Tornando ai parlamentari della provincia di Frosinone, emerge chiaramente come tutti siano molto presenti ma anche allineati a quelle che sono le indicazioni dei partiti e dei rispettivi gruppi parlamentari. Un elemento che non passa assolutamente inosservato.