Amante della città e attento al suo tessuto commerciale, sempre pronto a affrontare nuove sfide per il bene di Sora, il cuore pulsante del suo interesse. È il giovane consigliere di minoranza Luca Di Stefano, della Lega, che in tempo di emergenza sanitaria lancia un nuovo accorato appello ai cittadini, a chi vuole bene a Sora.

«Comprare locale è il modo migliore che abbiamo per dimostrare l'amore per il nostro territorio  - ha spiegato il consigliere Di Stefano - Comprare locale significa fare una scelta importante, significa dare forza alla nostra terra, alla nostra comunità e mantenere posti di lavoro, perché tutti ne facciamo parte. Sarebbe giusto, inoltre, che il Comune dotasse attraverso la consulta del commercio tutte le attività di adesivi da apporre sulle vetrine con loghi per incentivare a spendere in città».

Di Stefano ha concluso il suo appello lanciando lo slogan "SpendoaSora". L'iniziativa ha subito fatto il giro dei social ricevendo numerosi consensi; è piaciuto lo spirito di comunità che il consigliere ha voluto rilanciare in questo tempo difficile segnato dalla pandemia.

Di Stefano non è nuovo a tali iniziative promozionali per Sora, fin dai suoi esordi nel mondo politico ha lanciato progetti con il marchio "Made in Sora". Ultima in ordine di tempo è la condivisione dell'idea del gruppo di lavoro "Sora Lab", che il consigliere sostiene.

«Sora Lab è un contenitore di idee, un punto di aggregazione ideologica, un laboratorio formato da giovani con innovative idee di resilienza urbana  - ha dichiarato di recente Luca Di Stefano - Accendi le idee, accendi la mente ma anche la coscienza. Si coglie la vitalità di un progetto che vuole abbracciare la città, una città in cui continuare o tornare a vivere con i propri sogni e bisogni. Tanta voglia di esprimere le proprie idee, le proprie visioni della città che possano fare da perno per il futuro».