«Apprezziamo l'iniziativa dell'onorevole Francesco Zicchieri, che ancora una volta dimostra di essere tra i pochi a preoccuparsi sul serio delle micro, piccole e medie imprese». Così Guido D'Amico, presidente nazionale di ConfimpreseItalia.

Rileva D'Amico: «La questione della moratoria è centrale, così come è importante rendersi conto che va superato il punto della valutazione del merito per quel che riguarda gli allegati alle istruttorie presentate.
Se non ci si rende conto una volta per tutte che alle imprese servono finanziamenti a fondo perduto non si va da nessuna parte. In ogni caso la moratoria estesa fino al 31 dicembre per le obbligazioni assunte nei confronti del sistema creditizio rappresenta un segnale positivo. La politica fatica a rendersi conto che stiamo parlando di una crisi economica derivante da un evento di assoluta eccezionalità, non dipeso da nessuno dei fattori normalmente presi in considerazione. Davanti ad uno scenario del genere occorrono risposte eccezionali e straordinarie. Rendiamoci anche conto che molte delle misure adottate dal Governo non sono ancora "arrivate" ai destinatari. Mi riferisco alle imprese ma anche ai lavoratori».

Conclude Guido D'Amico: «L'iniziativa del parlamentare della Lega Francesco Zicchieri va nella direzione di un sostegno concreto alle micro, piccole e medie aziende.
Occorrerebbe proseguire lungo questo percorso».