Fine del Ramadan, stamattina, alla Villa Comunale. Distanziamento e preghiera composta. Ma arrivano le critiche politiche al sindaco Enzo Salera.

A parlare è l'esponente di Fratelli d'Italia, Gabriele Picano che si dichiara totalmente basito "di come il sindaco di Cassino, Enzo Salera, abbia potuto autorizzare un grande assembramento di persone nella villa comunale di Cassino, con discutibili misure di sicurezza al riguardo.
Non credo che fosse opportuno considerato il momento delicato in cui viviamo. Capisco che vada rispettato il dialogo interreligioso ma così facendo è stato dato uno schiaffo in faccia alla città di Cassino, culla del Cristianesimo d'Europa, e ai tanti cattolici praticanti che fino ad oggi non sono potuti entrare in Chiesa per una preghiera da diversi mesi.
Ci saremmo augurarti una processione in onore di San Benedetto ed invece si è autorizzata una cerimonia di credenti di diversa fede provenienti da tutto il Lazio Meridionale".