Mentre ancora si fatica ad uscire dall'emergenza Coronavirus e si progetta la fase due che parte ufficialmente oggi, l'amministrazione comunale lavora anche alla fase tre. Quella, cioè, in cui tutti torneremo a fare la vita di prima. Quando si tornerà ad uscire il sabato sera. Quando si tornerà anche ad andare al cinema. Per tamponare l'emergenza l'amministrazione sta lavorando al progetto del drive-in a Campo Miranda per i mesi estivi. Ma si gettano già le basi per il futuro, per i prossimi anni. Per questo motivo nella riunione di giunta dei giorni scorsi si sono gettate le basi per il multisala. Ora non si tratta più di indiscrezioni. Ci sono gli atti ufficiali.

Di cosa si tratta
Nello specifico si tratta della delibera di giunta numero 107 del 29 aprile 2020 con la quale si delibera a proposito di: «ricognizione degli immobili non strumentali all'esercizio delle funzioni istituzionali dell'Ente, suscettibili di valorizzazione ovvero dismissione o altri beni. Piano triennale 2020-2022.
Immobile in via Appia». Di cosa si tratta? Dello "scheletro" della piscina comunale, ovvero l'opera incompiuta e mai realizzata alle spalle dello stadio "Salveti" di Cassino. Con il voto della giunta si dà atto che per il predetto immobile «si propone la sua riconversione ad una medesima attività di uso pubblico, specificatamente ad attività di cinema multisala e auditorium».

Ora il provvedimento dovrà essere varato dal consiglio comunale, presumibilmente già entro il mese di maggio: o su una delle piattaforme online validate dall'Anci, o magari in Comune ma in una sala più grande che faciliti il distanziamento sociale tra i consiglieri e gli assessori.

Due sedute
Due i consigli comunali in programma, che dovranno tenersi in questo mese: uno per discutere ed approvare i progetti deliberati dalla giunta e dalle commissioni e per le interrogazioni dell'opposizione, mentre un'altra seduta sarà dedicata all'approvazione del bilancio previsionale 2020 propedeutico ai concorsi per le assunzioni previste dal piano di fabbisogno del personale, anche questo già varato nelle scorse settimane in giunta.