Oltre tre ore accanto al marito morto, incastrata tra le lamiere. In un fossato. È stata trovata così, nel primo pomeriggio di ieri, una coppia di Pontecorvo, coinvolti nel drammatico incidente avvenuto a Castrocielo, poco dopo il cavalcavia ferroviario all’incrocio tra via Leuciana e via Rusciano: intrappolati nella loro Fiat Grande Punto capovolta. A perdere la vita nell’incidente stradale è stato Franco Conte, settantanovenne, pensionato di Pontecorvo. Al suo fianco la moglie Anna Pontone, in gravi condizioni ma cosciente. Poi elitrasportata all’Umberto I di Roma.

Un incidente tanto rocambolesco quanto straziante. Dell’anziana coppia si erano perse le tracce dalle 11 della mattina: i parenti che li aspettavano per pranzo non sapevano che fine avessero fatto. Allo stesso modo delle tante macchine che erano transitate lungo la Leuciana nessuna si era accorta dell’incidente. L’auto, infatti, non era visibile dalla strada e solo per caso un signore che abita in zona poco dopo le 14.20 ha visto le ruote della Grande Punto spuntare dal terreno. L’uomo è subito corso nel fossato, urlando nella speranza di qualche risposta. Dall’abitacolo è uscita solo una voce, flebile. Quella della donna, che diceva che erano dentro. E che il marito non ce l’aveva fatta.

Impossibile aprire le portiere, la macchina era capovolta e distrutta. Immediato l’arrivo dei soccorsi: sul posto due ambulanze del 118, i carabinieri della stazione di Aquino coordinati dal maresciallo Parrillo, della Compagnia di Pontecorvo agli ordini del maggiore Imbratta, insieme ai vigili del fuoco del distaccamento di Cassino che sono riusciti ad aprire un varco tra le lamiere. Ma per Franco non c’era davvero più niente da fare. Anna, invece, è stata trasferita d’urgenza a Roma. Ancora non si conoscono le cause dell’uscita di strada dell’auto, ma le prime ricostruzioni farebbero propendere per un malore dell’uomo. Tutto, comunque, è in fase di valutazione. Il tratto della Leuciana è rimasto chiuso per diverse ore ed è servita la gru dei vigili del fuoco per recuperare l’auto. Un tragico incidente, che ha gettato nello sconforto la comunità di Pontecorvo e dei paesi vicini.

«A nome dell’intera comunità esprimo la vicinanza alle famiglie Conte e Panaccione per la scomparsa del caro Franco. Allo stesso modo il nostro pensiero di vicinanza va alla signora ricoverata in ospedale a Roma», queste le parole del sindaco di Pontecorvo, Anselmo Rotondo.