Il 2016 nella città fluviale si è concluso all’insegna del… vandalismo. Quanto accaduto poche ore prima della mezzanotte di San Silvestro ha profondamente indignato i residenti del rione Pastine di Pontecorvo.

A segnalare quanto accaduto sono stati gli stessi residenti che hanno allertato le forze dell’ordine chiedendo subito il loro intervento. La ricostruzione Mancavano poche ore allo scoccare della mezzanotte che avrebbe segnato il passaggio dal 2016 al nuovo anno. Un momento di festa da vivere con gli amici e con le persone care. E i residenti di corso Garibaldi (nel rione Pastine) si stavano preparando per questo particolare appuntamento.

Qualcuno era uscito di casa per gli ultimi acquisti, altri si stavano preparando per andare al veglione nei locali o già erano ai fornelli per preparare le pietanze da servire al cenone: mentre nelle abitazioni il clima di festa si respirava già nell’aria, fuori i vandali entravano in azione. Ignoti hanno infatti pensato di disseminare rifiuti lungo tutta la strada di corso Garibaldi.

Immondizia gettata sui marciapiedi e lungo la strada: una vera e propria discarica a cielo aperto. Ma di quello che accadeva in strada nessuno se n’è reso conto fino a quando un odore acre ha iniziato a invadere le abitazioni sovrastando i profumi della cucina.

È stato proprio quello il campanello d’allarme che ha richiamato l’attenzione dei residenti che si sono affacciati alla finestra o aperto il portone di casa. E in quel momento hanno visto la strada completamente ricoperta da spazzatura e una coltre di fumo nero sollevarsi dai secchi della spazzatura presenti in corso Garibaldi. I cassonetti, infatti, erano stati dati alle fiamme.

Nel giro di pochissimi minuti è stato lanciato l’allarme. Sul posto si sono recati gli agenti della polizia locale, i carabinieri della compagnia di Pontecorvo e i vigili del fuoco del distaccamento di Cassino. Proprio questi ultimi sono entrati in azione per domare e spegnere le fiamme sprigionate dall’incendio dei rifiuti. Solo dopo il loro intervento la situazione è tornata alla normalità. Prima di sedersi a tavola, però, i cittadini si sono armati di palette e secchi per togliere la spazzatura dai marciapiedi davanti alle loro abitazioni.