Drammatico incidente stradale nella notte di Capodanno sulla Monti Lepini. A perdere la vita è stato Matteo Onorati (nella foto), 23 anni di via Rotabile. Il giovane tornava da una serata con gli amici. Era solo al volante della sua auto quando, per cause ancora al vaglio, ne ha perso il controllo schiantandosi nel parcheggio dell’autosalone Auto Bingo a Patrica. Ieri mattina i genitori disperati ne avevano denunciato la scomparsa. Solo nel tardo pomeriggio la tragica scoperta. Era la notte di San Silvestro, l’occasione per trascorrere qualche ora di svago fuori casa. Doveva essere così anche per Matteo, invece un tragico incidente ha messo fine alla sua giovane vita.

I fatti

“Matteo chiamami altrimenti devo andare in caserma”. “Matteo chiama”. Sono i messaggi disperati, gli ultimi, di mamma Angela e papà Claudio, lasciati sulla bacheca di Facebook prima di scoprire quello che era accaduto. La notte del 31 dicembre aveva deciso di trascorrerla fuori. Con la sua Yaris aveva raggiunto il resto della comitiva in uno dei locali della riviera pontina. Alle tre aveva postato una foto e gli auguri di buon anno. A fine serata aveva deciso di tornare a casa da solo. In via Rotabile non c’è mai arrivato: un incidente, l’ennesimo, sulla strada del mare, ha messo fine alla sua vita. Non sono ancora note le cause del sinistro, stando a una prima ricostruzione dei fatti il ventitreenne avrebbe perso il controllo della sua utilitaria finendo in picchiata all’interno del parcheggio della concessionaria Auto Bingo. Un volo di diversi metri prima di atterrare sul cemento: l’impatto è stato violentissimo. Intanto, il telefono di Matteo continuava a squillare. Erano i genitori che lo cercavano.

Un dramma nel dramma

Quando infatti si sono accorti che non era rientrato, hanno iniziato a chiamare prima lui e poi gli amici. Del ventitreenne si erano perse le tracce. In preda all’angoscia, si sono rivolti alle forze dell’ordine. I carabinieri della stazione di Boville Ernica hanno lanciato l’allarme. Nel tardo pomeriggio di ieri la tragica scoperta. Un passante ha notato per caso l’auto di Matteo in quel parcheggio, tra decine di altre auto. Nessuno se ne era accorto prima, nemmeno la vigilanza che quella notte era andata sul posto dopo che era scattato l’allarme. La macchina era irriconoscibile, il corpo del giovane ormai privo di vita era da tutt’altra parte. Ora è all’obitorio dell’ospedale Spaziani di Frosinone a disposizione dell’autorità giudiziaria. Questa mattina verrà disposta l’autopsia. Sul posto i carabinieri di Supino con il maresciallo Scarpa per i rilievi del caso. Una città sconvolta piange la morte di un altro dei suoi giovani figli.