Piovono multe a Sant’Angelo in Villa, ma dell’isola ecologica non c’è traccia. Scovata una discarica abusiva e scoperto l’ennesimo furbetto della differenziata.

Al termine delle verifiche e dei riscontri, anche in orario notturno, i responsabili di abbandono incontrollato di rifiuti sono stati denunciati alla magistratura. Controlli a tappeto su tutto il territorio comunale. Solo nel mese di novembre sono stati multati almeno tre contravventori tra il centro storico e il Giglio. E mentre si attende l’isola che non c’è, le operazioni di prevenzione e repressione da parte della Municipale continuano al fine di prevenire l’indiscriminato abbandono dei rifiuti: «L’amministrazione aveva più volte sensibilizzato i cittadini a collaborare nella raccolta dei rifiuti attraverso comportamenti in regola con le norme in materia - l’intervento del sindaco Cretaro e dell’assessore Viglianti - Avevamo, inoltre, fatto presente che dopo l’azione di sensibilizzazione, si sarebbe passati ai controlli al fine di accertare e sanzionare comportamenti illeciti».

I controlli sono partiti e proseguiranno da parte della Polizia locale con accertamenti e verifiche sul corretto conferimento dei rifiuti, specie per prevenire e reprimere fenomeni di conferimenti illegali. «Controlli questi - tiene a precisare l’assessore Viglianti - che vanno a vantaggio della maggioranza delle famiglie che rispettano le regole. Anzi, invitiamo ancora i cittadini a segnalare ogni situazione anomala affinché si possa intervenire per arginare il fenomeno. Ci impegneremo giorno dopo giorno a tutelare l'ambiente e quei cittadini che si comporta bene e che ringraziamo della collaborazione messa in campo nella gestione della differenziata».