Si ammanta di particolari a dir poco pruriginosi - una storia piccantissima, a base di sesso, tradimenti, denunce e misteri - la notizia trapelata da Sora nelle prime ore di stamane in merito ad un arresto per una (presunta) violenza sessuale.

Protagonisti della vicenda che sta scuotendo il Sorano una “lei” sui 40, avvenente, molto conosciuta nella cittadina volsca e sposata, ed un “lui” di qualche anni più giovane, residente in un centro della zona, muscoloso boscaiolo, single.

I due, stando alle primissime indiscrezioni, da qualche tempo avrebbero avuto una storia, una tresca in piena regola, assolutamente top secret (almeno così credevano i due). Ieri sera si sarebbero dati appuntamento in una pizzeria del Sorano per uno dei loro incontri segreti. Nel bel mezzo della serata l’uomo, forse ottenebrato dal desiderio, avrebbe condotto l’amante nel bagno del locale con intenti e per finalità facilmente intuibili. Quindi, l’avrebbe portata nella propria abitazione dove, con tutti i comfort del caso, si sarebbe consumato un focoso rapporto sessuale.

Al termine della serata la donna è andata via ma, e qui la storia rosa si tinge di giallo, anziché far ritorno subito a casa si sarebbe diretta al Commissariato di Sora dove, al momento non si conoscono i motivi, avrebbe denunciato il boscaiolo accusandolo di averla sequestrata e violentata. Accuse pesantissime, quindi, originate da qualcosa che deve essere accaduto durante la serata, nel bagno della pizzeria e in casa dell’uomo, che, dopo le opportune verifiche, avrebbero portato all’arresto dell’uomo proprio per sequestro di persona e violenza sessuale.

Per ora, in attesa che gli inquirenti ufficializzino e chiariscano la vicenda, non si conoscono altri particolari, così come nulla si sa con precisione sull’identità dei due amanti. Resta il mistero fitto sui motivi che avrebbero indotto la donna a denunciare l’uomo. E qui la fantasia dei sorani si è già scatenata generando una nutrita e piccante serie di ipotesi. In attesa che la polizia faccia luce sull’intero episodio.

 

A BREVE AGGIORNAMENTI