Furto in un’abitazione della periferia. Rubati denaro contante e alcuni gioielli di famiglia, anche se il bottino non è molto cospicuo. I padroni di casa, infatti, avevano lasciato in un armadio circa trecento euro e qualche oggetto di valore, tutto ciò che i ladri hanno potuto rubare.

Il furto è stato messo a segno nel pomeriggio di sabato scorso, intorno alle 17, in via San Manno. Approfittando dell’assenza dei proprietari, i malviventi, quasi certamente più di uno, si sono introdotti nell’abitazione forzando una finestra sul retro della casa. Hanno rovistato in tutte le stanze, soffermandosi in particolare nelle camere da letto dove hanno aperto gli armadi e frugato nei vestiti, riuscendo infine a trovare trecento euro. Hanno poi preso un portagioie con alcuni gioielli e si sono dati alla fuga. Quando i proprietari hanno fatto ritorno a casa hanno subito notato che la finestra di una stanza era aperta e hanno capito che qualcuno era entrato. Non sbagliavano. Hanno trovato gli armadi aperti e i segni inequivocabili del passaggio dei ladri.

Un furto rapido, andato in porto con la complicità del buio e approfittando dell’assenza dei padroni di casa. Come del resto altri se ne sono verificati nelle ultime settimane. In questo periodo di feste i rischi di essere presi di mira dai ladri sono particolarmente elevati, per cui è opportuno proteggersi con ogni mezzo utilizzando sistemi di allarme e segnalando alle forze dell’ordine eventuali presenze sospette.

Il colpo in via San Manno segue di una settimana un altro furto messo a segno alla periferia di Ceprano, sempre nel pomeriggio, in occasione del quale il padrone di casa è saltato sull’auto dei malviventi in fuga tentando inutilmente di bloccarli. I ripetuti tentativi di furto e quelli consumati alimentano un clima di allarme tra i residenti e impegnano in controlli ancora più serrati le forze dell’ordine.