Il Centro Ricerche e Studi della Cisl di Frosinone ha rilevato un preoccupante aumento della popolazione di età compresa tra i 15 e i 29 anni che non è né occupata, né inserita in un percorso di istruzione o di formazione. La cosiddetta “quota neet” in Italia è la più elevata d’Europa, dopo di noi solo Bulgaria e Lettonia. La quota è più elevata tra le ragazze e nelle aree meridionali del Paese, con picchi allarmanti nella nostra provincia, che negli ultimi 4 anni ha fatto registrare un incremento di ben 6 punti percentuali giungendo al livello drammatico del 29.6%.

Periodicamente l’opinione pubblica viene orientata verso temi di preminente valore socio-economico, talvolta accade che le questioni cardine del sistema sociale vengano subito dimenticate, poiché i riflettori smettono di irradiare la scena, per occuparsi di quello che desta più clamore. A farne le spese una categoria troppo importante del nostro tessuto demografico: i giovani, scoraggiati ed abbandonati.

Disagio, esclusione, assenza di partecipazione e di ruolo sociale erodono fiducia e dignità, presupposti cardine di cittadinanza piena. Per tali ragioni la Cisl di Frosinone ha promosso il convegno dal titolo “Welfare e nuovo Sviluppo per i giovani del territorio”, che si terrà martedì 13 Dicembre alle ore 15:00 presso il Salone di Rappresentanza dell’Amministrazione provinciale, in Piazza Gramsci a Frosinone. Interverranno: Antonio Pompeo, Presidente della provincia; Enrico Coppotelli, segretario generale della Cisl; Mario Baccini, presidente ente nazionale per il microcredito; Giuseppe Emanuele Cangemi, consigliere della regione Lazio; Andrea Amata, vicepresidente della provincia di Frosinone; Marco Paoluzzi, esperto linea credito Enm; Carlo Maria D’Alessandro, sindaco di Cassino. Poi ancora Giuseppe Tedesco, presidente dell’Ordine dei commercialisti e contabili di Cassino; Umberto Lombardi, presidente dell’Ordine commercialisti di Frosinone e Carlo Martufi, presidente Ordine consulenti del lavoro di Frosinone. Un evento senza dubbio interessante e importante, considerato che il problema dell’occupazione è una delle principali criticità nel Paese.

La Ciociaria è stata severamente colpita dalla crisi e delle soluzioni sono urgenti, anche alla luce nell’instabilità politica in cui l’Italia è ripiombata Il Segretario Generale della Cisl di Frosinone, sempre attento ai giovani del territorio, si rivolge ai ragazzi ed alle ragazze, come alleato in una sfida che va vinta per forza.