Trovata morta sul divano nel suo appartamento: disposta l’autopsia. Lucia Cordone, classe 1959, è stata trovata senza vita nella tarda mattinata di ieri in un’abitazione di via Santa Lucia 41, poco distante dal centro cittadino di Sora. La donna, che viveva da sola al primo piano di una palazzina in una zona tranquilla di Sora, da diversi giorni non aveva più dato notizie di sé. Alcuni conoscenti, ieri mattina, preoccupati proprio perché da tempo non la vedevano e non la sentivano, hanno dato l’allarme. 

Sul posto sono arrivati, intorno alle 11, gli uomini della polizia locale di Sora, con il comandante Rocco Dei Cicchi, che, insieme a una squadra dei vigili del fuoco del Distaccamento di Sora, hanno dovuto forzare una finestra per introdursi all’interno dell’appartamento, individuato attraverso telefonate che squillavano a vuoto. Una volta entrati in casa, i caschi rossi hanno da
subito avvertito un odore forte, acre e nauseabondo che li ha costretti ad indossare le maschere. Immediatamente è stato dato l’allarme al 118: la donna era accasciata sul divano, deceduta probabilmente da diversi giorni. Sul posto, quindi, poco dopo, sono giunti anche gli operatori del 118 in ambulanza e i carabinieri della compagnia di Sora. Intanto, sono state anche avvisate le pompe funebri Santa Restituta. Sul corpo della cinquantasettenne, che almeno ad una prima e sommaria ispezione non presentava segni o ferite, è stata disposta l’autopsia: il feretro nel primo pomeriggio di ieri è stato trasferito all’ospedale Santa Scolastica di Cassino.

Gli inquirenti sarebbero portati a pensare a un infarto. Ora l’esame autoptico chiarirà le cause del decesso. Lucia Cordone era conosciuta in città anche se era schiva e riservata. Passeggiava spesso lungo Corso Volsci. Aveva lavorato, in passato, come parrucchiera, era stata sposata e lascia una figlia. «La vedevo spesso camminare - ha raccontato ieri mattina un pensionato che le abita accanto -. Aveva spesso l’espressione preoccupata, a volte persa nel vuoto. Ma quando ho visto tutti i soccorsi fuori casa, ho subito pensato che potessero essere per lei. Ora che ho saputo cosa le è successo, sono molto dispiaciuto. Io credo che abbia avuto una vita davvero difficile».