La migliore scuola in provincia di Frosinone? È l’istituto d’istruzione superiore Luigi Pietrobono di Alatri. Lo dice la Fondazione Giovanni Agnelli con il portale Eduscopio. Uno studio che ha preso in esame le scuole superiori italiane, stilando una classifica suddivisa in due categorie in base agli esiti universitari e quelli lavorativi, considerando, infatti, che non tutti gli istituti preparano a una carriera universitaria. Tre i parametri considerati per la graduatoria. La media dei voti conseguiti agli esami universitari, ponderata per i crediti formativi, i crediti formativi universitari, in percentuale sul totale.

«Se considerati congiuntamente, i due indicatori sono in grado di dirci non solo quanti esami hanno superato gli studenti di una scuola (velocità negli studi) ma anche come li hanno superati (profitto) - si legge nel dossier - Sono entrambi aspetti cruciali del successo nei percorsi universitari: superare tanti esami ma con voti bassi farà conseguire un titolo di scarso valore, perché molte cose che andavano imparate non sono state apprese adeguatamente; specularmente, prendere ottimi voti ma in tempi lunghissimi e ben superiori alla durata legale del corso di studi, spesso riflette un amore per il perfezionismo che non sempre si concilia con le esigenze di rapidità e concretezza della società contemporanea. Una recente ricerca della Fondazione Agnelli ha rivelato che i datori di lavoro tengono in forte considerazione l’età di conseguimento della laurea e spesso preferiscono laureati molto giovani, sebbene non a pieni voti, a laureati con voti alti ma sulla soglia dei trent’anni». Per questo lo studio ha considerato un terzo parametro l’indice della Fondazione Agnelli che, contemporaneamente, tenga conto della media e delle percentuali di crediti conseguiti.

Il Classico

Le varie scuole sono state messe a confronto in base al tipo di indirizzo. Per l’indirizzo classico al primo posto si colloca il Luigi Pietrobono di Alatri con una media dei voti universitari al primo anno di corsodi27,73, unapercentualedicrediti ottenuti dell’83,43 e un indice di 82,26. Al secondo posto il Tulliano di Arpino che, del gruppo, è quello con gli studenti con i voti più alti all’università (28,06). Al terzo posto il Leoniano di Anagni. Quindi il Simoncelli di Sora, al quarto posto, il San Benedetto e il Carducci di Cassino, rispettivamente quinto e settimo,inframezzati dal Filetico di Ferentino. All’ottavo posto il Turriziani di Frosinone, il Dante Alighieri di Anagni e il San Bernardo di Casamari.

Lo Scientifico

Per l’istruzione scientifica il Severi di Frosinone si classifica primo con un indice Agnelli del 79,46, una media voti universitari di 27,16 e una percentuale di crediti ottenuti dell’82,58. Sugli altri gradini del podio salgono il Pellecchia di Cassino e la sezione dello scientifico del Pietrobono di Alatri (in questo caso con numeri inferiori alle performance del classico).Quindi appena fuori dal podio l’istituto superiore di Pontecorvo, l’Alighieri di Anagni e il Sulpicio di Veroli. Più giù il Filetico di Ferentino, il Da Vinci di Sora, lo scientifico di Ceccano e l’Ansi di Cassino.

Scienze umane

Tra gli ex istituti socio-psicopedagogici spicca il Maccari di Frosinone con voti universitari di 24,32, crediti ottenuti al 57,38e un indice Fga al 55,01. Al secondo posto il Pietrobono di Alatri, terzi e quarti Pontecorvo e il Varrone di Cassino, poi a scendere il Simoncelli di Sora, il Sulpicio di Veroli e il Regina Margherita di Anagni.

Linguistico

Tra i linguistici prevale il Pietrobono (69, 28 di indice Fga, 25,77 di media voti e 73,8 di crediti). Seguono il Sulpicio di Veroli, Ceccano, il Regina Margherita di Anagni, il Varrone di Cassino, Pontecorvo, il Simoncelli di Sora e il Maccari di Frosinone.

Scuole ciociare, la classifica