Dovrà restare chiuso per una settimana. Lo ha deciso il questore di Frosinone che ha emesso un apposito decreto richiamando gli articoli 1, 3 e 100 del Testo unico di pubblica sicurezza. Per sette giorni il bar del centro dove lo scorso 13 novembre i carabinieri di Ceprano avevano rinvenuto alcune dosi di hashish e cocaina non potrà aprire al pubblico. Il provvedimento è stato notificato ieri dai militari dell’Arma al titolare del pubblico esercizio: la sospensione per sette giorni dell’autorizzazione amministrativa con conseguente chiusura dell’attività.

Durante la perquisizione dello corso fine settimana, i carabinieri avevano rinvenuto la droga, un pezzo di hashish del peso di otto grammi e tre dosi di cocaina del peso di un grammo e mezzo, occultata nel bagno del locale. Da qui l’immediato sequestro della sostanza stupefacente e l’avvio delle indagini che hanno condotto al provvedimento di chiusura del bar per una settimana.

Un caso simile a quello accaduto circa un mese fa ad un bar di Ferentino chiuso per quindici giorni dopo la scoperta che davanti al locale avveniva lo spaccio di droga.