Arrestato un pensionato dagli uomini dell’Arma. I carabinieri della Compagnia di Cassino coordinata dal maggiore De Luca, hanno rinvenuto nelle abitazioni dell’uomo un vero e proprio arsenale tra armi e munizioni, alcune delle quali risalenti alla seconda guerra mondiale. La scoperta nell’ambito dei servizi predisposti dal Comando di Cassino, coordinati dal Comando Provinciale, circa la regolare custodia delle armi e delle munizioni detenute da persone titolari di nulla osta e/o porto d’armi uso caccia.

A finire nei guai un uomo di Cervaro. Proprio nel comune del Cassinate i militari della locale in collaborazione con i colleghi di Picinisco, hanno arrestato un pensionato, in possesso di un nulla osta alla detenzione di armi comuni da sparo, nella flagranza dei reati di “Detenzione illegale di armi, munizionamento bellico e parti di esse nonché di detenzione illegale di parti di arma comune da sparo e ricettazione”.

Durante la perquisizione domiciliare eseguita dai carabinieri nell’abitazione dell’uomo sono state trovate, nascoste in un garage, una bomba a mano inertizzata mediante una perforazione laterale, tre baionette di varia lunghezza, un caricatore da mitragliatrice a più di trenta colpi, la parte ogivale di un proiettile, una pistola lanciarazzi, quattro canne per armi lunghe di vario calibro e 768 ogive, integre, per munizionamento da guerra, illegalmente detenute e risalenti al secondo conflitto mondiale nonché, una doppia canna per fucile calibro 12, per armi comuni da sparo, priva di matricola che il pensionato non aveva denunciato.

Il pensionato avrebbe dichiarato di essere appassionato di residuati bellici e per questo motivo aveva negli anni raccolti tali cimeli. Tutto il materiale ritrovato è stato sottoposto a sequestro. Per l’uomo, trovato in flagranza di reato, sono scattate le manette. Ora è agli arresti domiciliari presso la propria abitazione, in attesa della convalida, come disposto dall’Autorità Giudiziaria.