Acqua verde nell’area di raccolta poco distante dal laghetto. Questo lo spettacolo che si sono trovati, ieri mattina, di fronte i residenti di Piumarola, frazione di Villa Santa Lucia, passeggiando sul ponticello del laghetto.

Nel fondo del letto del canale proveniente dal “vascone”, che si trova nel territorio di Piedimonte San Gemano e poi sfocia nel rio Pioppeto era presente del liquido verde. Una situazione singolare che non faceva presagire a nulla di positivo.

I cittadini, incuriositi ma soprattutto impauriti dallo strano colore dell’acqua, hanno lanciato l’allarme ai carabinieri e subito avvisato il sindaco di Villa Santa Lucia, Antonio Iannarelli, e l’assessore della zona Giuseppe La Marra.

Immediato l’arrivo sul posto dei carabinieri della stazione di Piedimonte San Germano della compagnia di Cassino, agli ordini del maggiore Silvio De Luca che dopo un primo sopralluogo hanno richiesto l’intervento dell’Arpa Lazio per il campionamento dell’acqua, per eseguire le analisi di laboratorio.

Ora bisognerà solo attendere i risultati per capire cosa abbia comportato il cambiamento del colore dell’acqua e l’eventuale natura della sostanza che potrebbe averla contaminata. Tante sono le congetture fatte dai residenti della zona. Tanta soprattutto la paura. Infatti il posto è molto frequentato anche dai bambini, vicino c’è il parco: «Una situazione sulla quale bisogna stare attenti - ha spiegato il sindaco Iannarelli - Ora occorre accertare la provenienza e la natura delle sostanze che hanno determinato il colore vede delle acque. Attendiamo l’esito dei prelievi dell’Arpa Lazio per prendere i dovuti provvedimenti».

Acque rosse

Quello registrato ieri mattina a Villa Santa Lucia non è il primo caso di ruscelli di acqua dal colore strano. Alcuni mesi fa in zona Pozzaga, a cavallo tra i Comuni di Cassino e Sant’Elia Fiumerapido, alcuni cittadini notarono la presenza di acque rosse e fanghi dello stesso colore che fuoriuscivano da alcuni canali, a pochi metri da campi coltivati a biada e grano. Nei giorni scorsi entrambi i sindaci hanno emesso un’ordinanza di divieto assoluto di pascolo.