«Da oltre sei mesi cresce il disagio per i dipendenti dell’Ufficio della Motorizzazione Civile di Frosinone che si ripercuote sul notevole bacino di utenti». Ad affermarlo sono i sindacati Cgil Funzione Pubblica, Cisl Fp e Uilpa, in una nota congiunta di Antonio Sessa, Francesca Coscarella e Carlo Campagna, in cui si fa una disamina delle difficoltà incontrate dagli impiegati degli uffici e dei disagi inevitabilmente patiti dall’utenza che si rivolge agli sportelli.

«La drastica riduzione del personale - continua la nota a firma dei tre rappresentanti sindacali - causa disagi crescenti per l’utenza, sia professionale che privata, che non vede soddisfatte le proprie richieste come l’emissione dei documenti di circolazione, i collaudi e le revisioni dei veicoli, tanto per fare qualche esempio. I dipendenti sono costretti, sempre più spesso, a chiedere l’intervento delle forze dell’ordine per tutelarsi nei confronti degli utenti che protestano sopra le righe rispetto ad altri. La rappresentanza sindacale unitaria e le organizzazioni sindacali Cgil, Cisl e Uil ciociare hanno ripetutamente sollecitato l’Amministrazione a prendere provvedimenti ma, nonostante le promesse, la grave situazione determinatasi continua a peggiorare. L’assurdo si è raggiunto nell’incontro con la Direzione di Roma, che ha competenza anche per la Sezione Distaccata di Frosinone, quando il Dirigente ha proposto di mantenere gli stessi obiettivi di produttività dello scorso anno a fronte di una consistente diminuzione del personale».

«Lo stesso responsabile dell’Ufficio di Frosinone - continuano i sindacati - aveva segnalato ai direttori superiori il grave stato di disagio dei lavoratori, considerata anche l’a ssenza di figure professionali specifiche che non è possibile colmare con i dipendenti dell’Ufficio della Motorizzazione Civile di Frosinone a causa della mancata formazione più volte richiesta. Tra l’altro, gli stessi lavoratori, incalzati quotidianamente dalla pressante presenza fisica degli utenti negli Uffici per chiedere l’espletamento di pratiche “urgenti”, non riescono ad attendere ai propri compiti con la necessaria tranquillità e riservatezza, richiesta da ogni tipo di lavoro interno, ma specialmente nella gestione dei rapporti con le Forze dell’Ordine e con l’Autorità Giudiziaria. La risposta della Direzione è stato l’invito a rimboccarsi le maniche. I dipendenti lo farebbero volentieri se ne avessero il tempo! L’Amministrazione deve prendere provvedimenti concreti che possano risolvere, anche solo in parte, i gravi problemi evidenziati, ormai strutturali, ad esempio, agevolando l’accoglimento delle richieste di mobilità in entrata da altre pubbliche amministrazioni»

«Il mix tra mancata formazione professionale e riduzione drastica del personale - concludono Coscarella, Sessa e Campagna - sta portando l’Ufficio della Motorizzazione Civile di Frosinone sull’orlo del baratro. La rappresentanza sindacale unitaria e i sindacati Cgil, Cils e Uil di Frosinone vogliono evitare che la situazione giunga al punto di non ritorno, consci che questo si tradurrebbe nell’ennesima perdita di un Ufficio della Pubblica Amministrazione nella Provincia di Frosinone». La speranza è che presto venga trovata una soluzione. Tante sono, infatti, le lamentele che da più parti si sono sollevate nei giorni scorsi per una situazione che sta diventando difficile da gestire.