Corruzione e turbativa d'asta: queste le accuse mosse nei confronti del sindaco di Campoli Appennino, Pietro Mazzone, che poche ore fa è stato arrestato dagli uomini della Polizia Giudiziaria della Procura dell'Aquila. 

Il primo cittadino, infatti, è finito in manette per alcuni fatti che avrebbe commesso nel Comune di Balsorano dove, lui che nella vita civile è ingegnere, svolge le mansioni di capo ufficio tecnico.

Stando alle primissime notizie trapelate, sembrerebbe che le indagini siano partite in seguito ad alcune segnalazioni e denunce inerenti presunte concessioni rilasciate senza il dovuto rigore. 

Insieme al Sindaco di Campoli Appennino la Procura ha emesso anche quattro obblighi di dimora a carico di cittadini di Balsorano.