Vigili del fuoco e protezione civile al lavoro insieme a tecnici dell’Enel e della Telecom per far fronte al maltempo che ha flagellato la Ciociaria. Da Nord a Sud tanti interventi in molti comuni. Ieri la conta dei danni provocate dalle raffiche di vento e dalle violente piogge di domenica.

Black out si sono verificati in molti paesi tra cui Veroli, Pofi, Ripi, Supino, Sgurgola, Patrica, Alatri e Ferentino. Alberi e rami sulle strade comunali e provinciali. Non è stata risparmiata neppure l’A1. Nel tratto tra Frosinone e Ceprano sulla prima corsia in direzione Sud sono finiti rami che hanno creato disagi agli automobilisti. Stessi disagi registrati sulla Casilina a Ferentino e alla rotatoria vicino al casello autostradale dove sono finiti in strada le barriere di protezione. Sull’asse attrezzato è caduto un lampione della pubblica illuminazione. Interventi anche ad Anagni, Fiuggi, Frosinone, Ceccano, Supino, Patrica, Sgurgola, nel Sorano e nel Cassinate.

Per tutta le notte tra domenica e lunedì, e nella giornata di ieri, squadre di vigili del fuoco sono intervenute in diversi comuni per effettuare verifiche per la messa in sicurezza di abitazioni. Cornicioni pericolanti, alberi e rami che hanno ostacolato il passaggio di cittadini che dovevano uscire o entrare nelle abitazioni. Diversi sindaci hanno comunicato con i propri cittadini attraverso la loro pagina Facebook, mettendosi a disposizione della popolazione e informandoli degli interventi messi in atto da vigili del fuoco e protezione civile.

Segnalazioni di pericolo e di disagio sono stati segnalati, come accade spesso in queste situazioni, anche da tante persone sul social network. Tanti che hanno ringraziato anche i pompieri, i volontari e tutte le persone che si sono subito attivate per rimuovere piante sulle strade, cartelli, barriere di protezione, lampioni e tutto ciò che il vento ha spazzato via, in diversi comuni della Ciociaria.