La Uil Fpl di Frosinone continua nella sua agguerrita difesa dei lavoratori. E stavolta lo ha fatto riuscendo a far condannare l’Inps al risarcimento danni nei confronti di una dipendente ex-Inpdap. «Le azioni legali intentate contro gli enti pubblici rappresentano ormai una consolidata abitudine ma servono come strumento finale per assicurare la dignità dei lavoratori che non può continuare ad essere calpestata, ma bensì difesa».

È quanto dichiara Paolo Pandolfi, segretario territoriale UIL FPL la linea «In continuazione ci troviamo a dover seguire per legittimare istanze che potrebbero risolversi senza ricorso giudiziale, ma che invece in troppi enti non vengono doverosamente prese in considerazione, finendo per andare avanti per tanto tempo». Tempo, però, almeno in questo nuovo caso curato dallo studio legale degli avvocati Giuliano Risi e Leda Socci, che si è rivelato galantuomo, finendo per portare alla vittoria davanti al tribunale di Frosinone, giudice del Lavoro la dottoressa Tiziana Di Carlo, la vicenda di L.M. che che è finita con una condanna del datore di lavoro ed un risarcimento che questo dovrà ora onorare per circa 25.000 euro.

La causa adita dalla Uil Fpl ha confermato da parte del datore di lavoro il perpetuarsi di un’attività di demansionamento e mobbing, documentata dagli atti, che la dipendente subiva da parte di un suo superiore impegnato nel tempo in atteggiamenti vessatori e persecutori della vittima.

«Aver fatto luce con i nostri legali su questa ennesima vicenda – afferma Pandolfi - conferma l’impegno con cui la Uil Fpl è vigile ed attenta sui posti di lavoro, assicurando un’affidabilità ai lavoratori che ormai è apprezzata e doverosamente considerata, non solo nelle aule giudiziarie».

La chiusura di questa ennesima vicenda avrebbe già potuto essere regolata con buon senso all’interno dell’ente, ma non essendo stato possibile «ci ha visti assicurare la nostra assistenza alla lavoratrice,dalla quale abbiamo ricevuto sinceri ringraziamenti che ci sentiamo di girare – dice Pandolfi – alla scrupolosa azione legale messa in campo dallo Studio legale Risi».

Ancora una volta, l’azione del sindacato riesce a fare centro, sia nella tutela del singolo lavoratore, sia soprattutto nell’azione di salvaguardia che nella Uil Fpl è sempre diretta a tutti i lavoratori occupati nel comparto della funzione pubblica.