Altri furti sul territorio e un’altra denuncia per un ventiquattrenne, la quarta. Nonostante sia già finito nei guai diverse volte, non si è fermato ed ha continuato a colpire. Questa volta ai danni di un supermercato, da dove ha portato via cento euro che erano all’interno del registratore di cassa e del proprietario di un’auto parcheggiata in via Casilina.

I carabinieri della locale stazione, al comando del maresciallo Raffaele Alborino, tutti coordinati dal capitano Camillo Giovanni Meo, hanno individuato l’autore dei colpi a segno nella serata di lunedì nella parte bassa della città gigliata, al confine con Anagni.

Dalla perquisizione a casa del giovane sono stati rinvenuti un telefono cellulare “iphone” risultato rubato nel mese di novembre a Ferentino, tre carnet di assegni oggetto di un altro furto consumato sempre nella stessa cittadina lo scorso mese di dicembre, nonché vari arnesi da scasso.

La refurtiva è stata restituita ai legittimi proprietari mentre gli arnesi da scasso sottoposti a sequestro.

L’accusa per il ventiquattrenne è di furto aggravato; ricettazione e possesso ingiustificato di chiavi alterate o grimaldelli.