Cinghiali a spasso a ridosso del centro urbano. I cittadini continuano a segnalare le quotidiane presenze degli animali selvatici in prossimità delle abitazioni e dei negozi a ridosso del centro, oltre che in periferia dove forse potrebbe apparire più naturale la presenza incontrollata di animali. Chiaramente in considerazione del periodo la presenza di cinghiali non costituisce un grande pericolo in quanto la circolazione stradale è ridottissima, per cui sostanzialmente si tratta di semplici avvistamenti senza gravi conseguenze.

Di fatto i cinghiali si spingono fin dentro i nuclei abitativi come fossero animali domestici, ovviamente in cerca di cibo. Tutto questo preoccupa soprattutto in previsione della riapertura della mobilità che sarà messa a rischio dall'incontrollata presenza di cinghiali che spesso in corsa attraversano le strade, invadono e devastano giardini e orti. Sconfortante è lo sfogo su Facebook del sindaco Marco Galli che si definisce "impotente e anche particolarmente arrabbiato davanti alle immagini di cinghiali a spasso per la città".

E proprio Galli precisa che "i sindaci non hanno competenze e non possono emanare ordinanze". E conclude: "Non posso fare nulla di serio per gli ungulati a spasso per a mia città". E allora i cittadini si domandano: "Chi può fare qualcosa? - ed aggiungono - Se un sindaco non può fare ordinanze di certo può unirsi con gli altri sindaci e battere i pugni per tutelare i suoi cittadini".