La giunta comunale di Frosinone, nell'ultima seduta settimanale, ha approvato il progetto City Outdoor, allo scopo di permettere, da una parte la ripresa delle attività di bar e ristorazione attraverso agevolazioni tributarie e amministrative e, dall'altra, di tutelare ulteriormente la popolazione sul distanziamento sociale da tenere, dopo che saranno cessate le misure del contenimento del Covid-19. Secondo le indicazioni del sindaco, Nicola Ottaviani, infatti, saranno abbattute del 50% le tariffe per l'occupazione del suolo pubblico, mentre sarà praticato un ulteriore 5% di sconto del tributo ai bar e ristoranti che installeranno apparecchi esterni per l'access point della rete internet wi-fi, allo scopo di agevolare la permanenza all'esterno dei locali da parte della clientela, evitando situazioni di contatto all'interno dei locali.

Per tutto il periodo da maggio al prossimo 31 ottobre, inoltre, sarà consentita la deroga del regolamento sui dehors, purché aperti e non chiusi, permettendo sia l'utilizzo delle aree esterne per una superficie superiore a quella attualmente concessa, sia l'utilizzo di materiali e di tipologie di strutture diverse da quelle sino ad ora ammesse. Per raggiungere l'obiettivo di una uniformità estetica dei dehors e per rientrare nei parametri del decoro urbano, gli esercenti che vorranno utilizzare tali nuove opportunità saranno tenuti a predisporre addobbi verdi e floreali su tutto il perimetro delle installazioni esterne.

Infine, è stato introdotto lo strumento del silenzio-assenso, grazie al quale una volta pervenuta la richiesta di installazione sul portale "Impresa in un giorno" dell'assessorato al commercio, coordinato da Antonio Scaccia, l'autorizzazione si intenderà come rilasciata, anche in caso di silenzio da parte dell'amministrazione comunale, decorso il termine di 15 giorni e previo il pagamento dei relativi importi, con le diminuzioni indicate.