Proseguono le attività di controllo disposte dal comando provinciale dei carabinieri tese al contrasto delle inosservanze delle disposizione emanate con il decreto del governo relative al contenimento della diffusione del contagio dal Covid-19. Gli uomini coordinati dal colonnello Fabio Cagnazzo controllano ogni giorno le strade, le città e le periferie per fermare i furbetti che invece di restare a casa escono senza un valido motivo.
Nella giornata di venerdì i militari dei reparti dipendenti della Compagnia di Anagni, nei Comuni di Anagni, Ferentino, Paliano e Morolo, hanno sanzionato amministrativamente sette persone per l'inosservanza dei divieti imposti dal decreto, poiché sorprese lontano dalle rispettive abitazioni senza giustificato motivo o comprovate esigenze.

I militari dei reparti dipendenti della Compagnia di Alatri, hanno invece proceduto al controllo di tre esercizi commerciali e di quarantasette persone. A carico di una ventinovenne sorpresa ad Alatri mentre circolava a bordo della propria auto senza giustificato motivo o comprovata esigenza, è stata comminata la sanzione.
La giovane al momento del controllo ha riferito ai militari che si stata recando presso un centro commerciale di Frosinone per acquistare un carica batterie per il suo cellulare. Sono state, invece, undici le persone multate dai militari dei reparti dipendenti della Compagnia di Cassino.

In particolare un giovane di Gallinaro, controllato ad Atina mentre alla guida della propria auto, si stava recando nell'abitazione della sua fidanzata, senza comprovata necessità, mentre tre giovani di nazionalità egiziana sono stati controllati a piedi nel centro abitato di Cassino, in gruppo, senza un valido motivo e senza alcuna protezione.