Dall'inizio dell'emergenza nazionale Covid-19 i militari della Compagnia di Frosinone hanno effettuato controlli nei confronti di 888 esercizi pubblici e circa 4.000 persone. E sono state tante le persone multate nella provincia di Frosinone da marzo ad oggi.

Domenica scorsa trentuno i sanzionati. Primato nel Cassinate. A Frosinone, Ceccano, Supino, Giuliano di Roma, Torrice, i carabinieri del nucleo operativo e radiomobile della Compagnia di Frosinone e delle locali Stazioni hanno sanzionato sei persone. Mentre a Cassino, Cervaro, Atina, i militari della Compagnia di Cassino, delle locali Stazioni e della Stazione di Picinisco, hanno multato ventiquattro persone sorprese fuori dalle loro residenze senza fornire giustificazioni di comprovate esigenze o situazioni di necessità.

A Sant'Apollinare, i militari della locale Stazione, hanno segnalato alla Prefettura di Frosinone, per uso personale di sostanze stupefacenti, un ventisettenne e un trentacinquenne, entrambi di Cassino, che a seguito della perquisizione personale sono stati trovati in possesso di una piccola quantità di droga, tra hashish e cocaina. Ai due uomini, inoltre, è stata contestata la violazione alle misure del contenimento del contagio da "Covid-19", con l'applicazione della sanzione amministrativa pari a 400 euro.

E i controlli dei carabinieri delle diverse Compagnie, tutti coordinati dal comandante provinciale, il colonnello Fabio Cagnazzo, proseguono incessantemente sul territorio, da nord a sud della provincia di Frosinone, tesi al contrasto dell'inosservanza alle disposizioni inerenti l'emergenza nazionale Covid-19.