Il Comune ha emesso un bando che spiega come fare per ottenere le agevolazioni previste per il pagamento dei canoni d'affitto. Per i cittadini arcesi è infatti possibile presentare la domanda per ottenere le agevolazioni relative agli affitti ad uso abitativo.
In attuazione della delibera della giunta municipale numero 44 del 16 aprile scorso, il Comune ha pubblicato l'avviso pubblico contenente le procedure finalizzate alla concessione dei contributi integrativi per coloro che, in possesso dei requisiti previsti dalla Regione Lazio, abitano in affitto in alloggi sia di proprietà pubblica siadi proprietà privata.

Per la presentazione delle domande è necessario scaricare il modulo predisposto dall'ente che è possibile reperire, assieme al bando, sul sito www.comunearce.fr.it ed inviarlo, compilato in ogni sua parte, entro il termine perentorio delle ore 12 dell'8 maggio 2020, tramite una delle seguenti modalità: raccomandata postale a/r; posta elettronica certificata all'indirizzo protocollo.comune.arce@pec.it; posta elettronica all'indirizzo e.mail ufficio.segreteria@comune.arce.fr.it.

«Questa misura ha detto l'assessore alle politiche sociali Bruna Gregori fa parte delle numerose iniziative messe in atto dall'assessorato in questo periodo.
Un aiuto concreto rivolto alle famiglie che non hanno un immobile di proprietà nel territorio comunale e che si trovano a dover affrontare il pagamento del canone di locazione, in un momento storico-economico così complesso.

Ieri ha aggiunto la Gregori è stata pubblicata la graduatoria di assegnazione del fondo per il sostegno alla locazione per l'anno 2019, che vedrà confluire dalla Regionequasi diciassettemila euro destinati alle famiglie residenti nel nostro comune. Come sempre dall'inizio del nostro mandato, questa amministrazione cerca di dare ai cittadini aiuti e risposte tangibili. Insieme ha concluso l'assessore affronteremo e supereremo questo momento di difficoltà». A seguito di verifiche sulle domande presentate, l'erogazione del contributo potrà avvenire per massimo il 40% del costo di tre mensilità del contratto di locazione relativo all'anno 2020.