Pietro Diamanti, il 47enne ricoverato in rianimazione per covid-19 presso lo Spaziani di Frosinone, non ce l'ha fatta. Il povero Pietro, che non aveva patologie pregresse, si è spento poco fa, ucciso dal micidiale coronavirus. Sale così a cinque il numero di decessi per covid a Ceprano. Dopo i coniugi Ippoliti, il 64enne Camillo Doria, l'anziana ricoverata presso il San Raffaele di Cassino, Ceprano purtroppo piange la quinta vittima.

Un dolore grande che si aggiunge a quello dei tragici decessi in tutta Italia e nel mondo. Pietro Diamanti era stato ricoverato l'otto marzo presso l'ospedale di Frosinone dopo giorni di febbre, le sue condizioni non sembravano gravi, seppure i sintomi preoccupavano lui ed i suoi familiari da giorni. Ad un certo punto il 47enne è stato trasferito in rianimazione, ma nessuno pensava mai ad un simile epilogo, si pensava ad una fase difficile che l'uomo senza patologie avrebbe superato.

Ed invece ad un certo punto le sue condizioni sono peggiorate. Poco fa la notizia del decesso. Quella di oggi è una giornata triste per Ceprano, la grave perdita del 47enne si aggiunge ad aggravare le conseguenze per la città di questa pandemia, un prezzo troppo alto per Ceprano che ad oggi conta 19 positivi in totale, di cui 11 guariti e 5 deceduti.