Un volto autorevole ma umano, quel berretto rigido nero, quella fiamma inconfondibile, quel senso di sicurezza, di sostegno, di protezione, quegli uomini e quelle donne ai quali rivolgersi nel momento di difficoltà.

E in questo momento il loro aiuto, il loro sostegno, sotto quella divisa, sono ancora più importanti, perché sapere che non si è soli, che è possibile contare su chi lavora senza sosta non solo per la legalità o per smascherare chi non rispetta le misure dell'emergenza nazionale Covid-19 per evitare il contagio, ma anche per porgere l'altra mano a chi è in difficoltà, è un grande sollievo. Sono loro, i carabinieri, per molti gli angeli di questa emergenza. Lo sanno bene gli anziani aiutati in queste settimane. Dopo il sostegno fornito alle persone per la riscossione delle pensioni, il Comando provinciale dei carabinieri di Frosinone, a partire dalla prossima settimana, supporterà la popolazione anche attraverso la consegna dei buoni spesa, erogati ai cittadini del Comune di Frosinone.

«L'attività in collaborazione con il Comando provinciale carabinieri, guidato dal colonnello Fabio Cagnazzo, relativa alla collaborazione offerta nel recapitare una parte dei bonus alimentari, destinate alle famiglie residenti o bisognose residenti o domiciliate nel capoluogo - ha dichiarato il sindaco di Frosinone Nicola Ottaviani - conferma, ancora una volta, l'altissimo grado di solidarietà umana dell'Arma, sempre in prima linea per venire incontro anche alle esigenze di natura socio-assistenziale dell'intera  popolazione. L'amministrazione comunale ringrazia, a nome della collettività, il Comando provinciale e tutti i carabinieri che, sul territorio, si prodigano quotidianamente, senza risparmiarsi, per portare avanti, oltre alle attività ordinarie di pubblica sicurezza, anche quelle di carattere sociale a favore della popolazione, quanto mai utili a consolidare la sensazione di protezione di cui ha bisogno la cittadinanza».