"Let it be, let it be. Whisper words of wisdom, let it be".
Si innalza il coro dello Spaziani di Frosinone. Il coronavirus non frena la speranza, piuttosto unisce la popolazione e fa riscoprire il valore dell'umanità. Dalla trincea del reparto di malattie infettive dell'ospedale ciociaro, dove tutti i giorni medici ed infermieri combattono il pericoloso 'nemico invisibile', si levano note e voci. Una chitarra, una canzone-simbolo, un momento per spezzare affanno, timori e ansia di questo periodo.

Gli angeli in camice verde, guanti e mascherina cantano i Beatles e per un attimo il tempo si ferma, sospeso tra commozione e aspettativa per il futuro. Su Facebook spopola il video e i tanti, tantissimi commenti a corredo, sono tutti dello stesso tenore: "Orgogliosi di voi", "E' un onore per noi avervi", "Siete la nostra fortuna" e tanti altri. L'applauso finale è davvero tutto per loro, gli instancabili lavoratori che ci salvano la vita.