Litiga con i genitori mentre è agli arresti domiciliari ed esce di casa. I carabinieri lo beccano ed arrestano. E' accaduto poco prima della mezzanotte di ieri ad Anagni, in località Porta San Francesco, Via Sotto Le Mura. Qui - stando a quanto riportano i carabinieri in una nota inviata in redazione - i militari dell'aliquota radiomobile, nel corso di un servizio di controllo del territorio, hanno fatto scattare le manette ai polsi di un 29enne ivi residente, celibe, disoccupato, già noto alle forze dell'ordine per reati contro il patrimonio e in materia di stupefacenti.

Il giovane, sottoposto alla misura degli arresti domiciliari per rapina aggravata in concorso, si era allontanato dalla propria abitazione senza alcuna autorizzazione in seguito ad un litigio con i familiari danneggiando, altresì, il braccialetto elettronico di cui era dotato.

Arrestato, al termine delle formalità di rito è stato tradotto presso la casa circondariale di Frosinone in attesa del rito direttissimo disposto dall'autorità giudiziaria. Il 29enne è stato anche sanzionato per violazione delle prescrizioni imposte dal D.l. 25.03.2020 nr.19.