La solidarietà e le polemiche. La curva dei contagi che risale e le iniziative per la quarantena. Il Comune di Cassino pensa anche ai più piccoli. Nell'ambito del progetto "Cassino Opera Aperta" nasce uno spazio dedicato proprio a loro. Spiega l'assessore alla cultura Danilo Grossi: "Abbiamo recepito le sollecitazioni arrivate da tanti di voi e con il contributo fondamentale di Bruno Galasso, musicista e uomo di cultura prima che consigliere comunale, abbiamo lavorato per aprire un ulteriore spazio sul sito del Comune dove anche tutti i bambini potranno mostrare le loro opere artistiche, disegni, filastrocche, musiche in tempo di quarantena: rappresenteremo tutti i colori della scuola che in questo periodo è fatta altrove.

Sono sicuro che anche in questo caso riusciremo a creare delle vere e proprie opere collettive che riusciranno a raccontare in modo affascinante questi terribili giorni che stiamo attraversando". E sempre a proposito di cultura c'è anche l'iniziativa di "Cassino città per la Pace". Il presidente Marino Fardelli rende noto: "Grazie al grande lavoro dei nostri soci Danilo Salvucci e Jole Falese, siamo riusciti nel coinvolgere 50 artisti del territorio di Cassino e non solo, che con le loro opere intendono lanciare il messaggio speciale di come l'Arte possieda molteplici funzioni sociali e in questo caso di piena solidarietà.

Ogni artista ha offerto una propria opera consultabile sul sito www.cassinocittaperlapace.it e nella sezione Arte&Solidarietà gli interessati possono offrire per l'opera che più preferiscono, un proprio contributo partendo da un valore iniziale in una vera e propria asta online dove poi il ricavato servirà all' acquisto di beni di prima necessità grazie al grande lavoro dei nostri soci Danilo Salvucci e Jole Falese, siamo riusciti nel coinvolgere 50 artisti del territorio di Cassino e non solo, che con le loro opere intendono lanciare il messaggio speciale di come l'Arte possieda molteplici funzioni sociali e in questo caso di piena solidarietà. Ogni artista ha offerto una propria opera consultabile sul sito www.cassinocittaperlapace.it e nella sezione Arte&Solidarietà gli interessati possono offrire per l'opera che più preferiscono, un proprio contributo partendo da un valore iniziale in una vera e propria asta online dove poi il ricavato servirà all'acquisto di beni di prima necessità, ed in subordine, per aiuti di diversa utilità a beneficio del Comune di Cassino – Assessorato alla Coesione Sociale".

I numeri della solidarietà
E intanto proprio l'assessore Luigi Maccaro rende noti i numeri della solidarietà. Cassino è stato il primo comune del Lazio ad erogare i buoni spesa. "Tutte le 983 domande pervenute entro la mezzanotte del 6 aprile sono state evase, 197 sono state respinte, In totale 2.016 buoni consegnati per un totale di 100.800 euro. Dopo Pasqua ricomincerà la distribuzione dei buoni". E sempre sul fronte della solidarietà c'è anche un'altra, inedita iniziativa. A scendere in campo questa volta sono i nomi più prestigiosi della fotografia. Sono oltre sessanta i professionisti dell'immagine che hanno aderito alla campagna solidale del Fondo Internazionale per la Fotografia (FIOF) dal titolo: "STOP, la fotografia italiana resta a casa". Fra questi la cassinate Claudia Canale, membro del Direttivo nazionale e responsabile per il Lazio del FIOF che ha aderito al progetto con tre sue foto, inserite sulla piattaforma on line http://store.fiof.it dal 10 al 25 aprile. L'iniziativa e la campagna di raccolta fondi servirà per il reclutamento di ulteriori risorse umane dedicate alla ricerca e per l'acquisto del materiale necessario per lo svolgimento degli esperimenti.

La giornata di Cassino
Vigilia di Pasqua ricca anche di altre novità, sul fronte coronavirus. Anzitutto quelle sanitarie: ci sono altri 3 casi positivi e il numero dei contagiati in 40 giorni (il primo caso è stato registrato il 3 marzo) sale a quota 34. "I tre positivi di oggi appartengono a nuclei familiari dove erano stati già registrati casi di positività al Covid-19. Dei 34 casi finora registrati 4 sono deceduti e 6 si sono negativizzati, quindi in realtà il numero totale dei positivi ad oggi è di 24" ha spiega il sindaco Enzo Salera. Sempre oggi si è svolto il mercato, in Campo Miranda e dunque senza alcuna polemica. Polemiche vengono sollevate invece dall'opposizione in particolar modo con la consigliere della Lega Michelina Bevilacqua che chiede al sindaco la sanificazione della città: "A mio avviso non è sufficiente chiudersi in casa e chiudere tutto se poi, la città non è sanificata in ogni suo angolo così, rischiamo di vanificare tutti i nostri sacrifici" spiega la leghista.

Sos Pasquetta
Il primo cittadino da parte sua si gode il successo per il mercato e mette in guardia sulla pasquetta. In merito al mercato il sindaco dice: "Voglio ringraziare tutte le forze dell'ordine, i dipendenti comunali e gli amministratori che insieme agli operatori commerciali hanno fatto sí che il mercato dei generi alimentari si potesse svolgere in modo adeguato, rispettando le misure di sicurezza". Quindi, ricordando che nella giornata di pasquetta non ci sarà la raccolta dei rifiuti porta a porta, in merito ai due gironi di festa chiosa: "La decisione di chiudere i negozi a Pasqua e pasquetta premia il lavoro di chi è stato in casa in questo mese e che sta portando importanti risultati nei contagi nella nostra città e nella nostra Regione. Manca davvero poco e non ci possiamo permettere di sprecare tutto attraverso un abbassamento della guardia nelle giornate di festa. Faccio un forte appello a stare in casa in questi due giorni, anche perchè non ci sono scuse per uscire essendo titti i negozi chiusi. Sarà una Pasqua diversa, per tutti noi ed in particolare per chi non si è mai fermato in questi mese. A loro va il nostro ringraziamento".