Commercio e norme anti covid-19: a Cassino, i titolari di due esercizi pubblici finiscono nei guai per non aver rispettato le regole. 

Nel corso del loro servizio, i carabinieri hanno effettuato un controllo nei confronti di due esercizi pubblici della città martire (uno adibito alla vendita di frutta e verdura e l'altro adibito alla produzione e vendita di pasta fresca) riscontrando che i titolari delle due attività e due dipendenti della rivendita di pasta fresca, non indossavano le mascherine di protezione al viso e guanti, così come previsto dalle disposizioni impartite dal presidente della Regione Lazio nel delicato settore della manipolazione dei prodotti alimentari posti in vendita.

Stante quanto accertato, i militari operanti hanno proceduto al sanzionamento amministrativo nei confronti dei titolari nonché ad inoltrare alla Prefettura di Frosinone la proposta per la chiusura delle stesse attività commerciali per un periodo da 5 a 30 giorni.