La giunta comunale che si è riunita come sempre sulla piattaforma zoom ha dato l'ok definitivo allo spostamento del mercato alimentare del sabato in Campo Miranda. Ciò al fine di evitare gli assembramenti che si sono registrati la scorsa settimana nella zona di piazza San Giovanni. Dopo il prima via libera ottenuto ieri mattina dagli uffici comunali, ora c'è anche l'ufficialità della giunta. "Domani mattina ci sarà il tavolo tecnico per le disposizioni di sicurezza" annuncia l'assessore Chiara Delli Colli. Ma c'è anche chi chiede uno sforzo ulteriore.

E' il caso dell'attivista de "Lo Scarpone" Amerigo D'Annolfo che, appellandosi proprio all'assessore Delli Colli, dice: "Con apposita ordinanza si dovrebbe procedere, per quel che riguarda i banchi del mercato ortofrutticolo, alla consegna a domicilio: o meglio gli stessi cittadini potrebbero contattare telefonicamente il banco alimentare dove si riforniscono con una lista della spesa da farsi portare presso la propria abitazione. In questo periodo di emergenza tutti dobbiamo dare il nostro contributo per evitare assembramenti. Ci troviamo nel picco dell'emergenza e bisogna quindi procedere con le consegne a domicilio: prevenire è meglio che curare".

Numeri incoraggianti
Intanto, sul fronte dei numeri dei contagiati, Cassino chiude un'altra giornata "positiva", nel senso buono del termine: non solo non ci sono nuovi "casi", ma si sono anche negativizzati tre pazienti ultraottantenni che erano ricoverati nella clinica San Raffaele. Lo ha reso noto il sindaco Salera facendo il punto della giornata. Il primo cittadino si è soffermato anche sui controlli ed ha evidenziato che quelli dei vigili vanno avanti: sia in centro che in periferia. Per quel che riguarda invece l'aspetto economico, sempre in giornata il sindaco ha scritto al gestore dell'acquedotto comunale per chiedere uno sconto tariffario pari al 50% per il semestre marzo-agosto 2020 per andare incontro alle esigenze dei cittadini e delle imprese.

Infine, dal Comune si rende noto che "sono stati ridefiniti dalla Regione Lazio i criteri di distribuzione dei fondi a sostegno delle donne vittime di violenza.
A partire dal mese di aprile, e fino alla fine dell'anno, potranno farne richiesta non solo le donne in fuoriuscita dalle Case rifugio, ma anche quelle prese in carico dai Centri Antiviolenza della Regione Lazio"

Le note Anci e Fials
Intanto, il componente del consiglio nazionale dell'Anci Fabio Fiorillo rende noto: "Con decreto del ministero dell'istruzione numero 186 del 26 marzo sono stati stabiliti i criteri e i parametri per assegnare, alle istituzioni scolastiche del sistema nazionale d'istruzione, comprese le scuole paritarie, le risorse pari a 43,5 milioni di euro per la pulizia straordinaria degli ambienti scolastici, al fine di fronteggiare e limitare la diffusione del covid-19, come previsto dall'articolo 77 del decreto legge numero 18/2020 (Cura Italia).

Il riparto è stato effettuato sulla base di criteri e parametri in base alla tipologia dell'istituzione scolastica, della consistenza numerica degli alunni e del personale scolastico, secondo i parametri unitari. Sul fronte sindacale la Fials ha invece scritto al direttore generale della Asl Lorusso, chiedendo chiarimenti sul personale sanitario.

L'appello del sindacato è stato immediatamente raccolto dal consigliere comunale Luca Fardelli che in una missiva fatta recapitare al sindaco Salera ha dunque evidenziato: "Senza voler entrare nel merito della legittima richiesta sindacale credo però opportuno e indispensabile che Lei, in qualità di massima autorità sanitaria della nostra città indichi urgentemente una riunione dei capo gruppo alla presenza del dottor Lorusso. Tale richiesta al fine di rendere partecipi anche gli amministratori comunali della grave situazione venutasi a creare e studiare i dovuti correttivi al fine di tutelare la salute del personale interessato".